Piccolo glossario Armi Bianche

C

Caling Naga (o Dragon Claw) - Coltello delle Filippine; lunghezza totale 35 cm.

Campilan (o Kampilan) - Spada della Malesia, arma nazionale dei Daiachi di mare, poi adottata anche dai Moro di Sulu e a Mindanao. Viene portata con un fodero di legno aperto per tutta la sua lunghezza. È lungo circa un metro.

Catapulta - Macchina bellica a torsione per il lancio di pietre; la pietra può essere contenuta in una sacca come nel trabucco. Usata fin dall'antichità poteva lanciare pietre ad oltre mezzo chilometro di distanza.

Centoventi - Stilo o dei bombardieri veneti del 1600 che reca una scala graduata da 1 a 120 per individuare o ricordare i calibri dei cannoni;: essa si legge tenendo la punta dello stilo in alto e il nr. 120 si trova verso il tallone.

Cerbottana
- Tubo usato per lanciare frecce mediante la forza dei polmoni. In uso presso vari popoli del Sud America e della Malesia; la lunghezza varia da 120 a300 cm. In Malesia era detto Sumpitan; in Giappone Fukidake.

Chakram
- Anello di acciaio del diametro di 10-30 cm con il bordo esterno affilato e profilo aerodinamico. Era arma indiana dei Sikhs. Veniva lanciato orizzontalmente agganciandolo con l'indice all'interno e imprimendogli un rapido movimento rotatorio (non veniva fatto ruotare attorno al dito come molti pensano) e con tutta la forza della spalla, come. Raggiungeva la distanza di circa 50 metri avendo una certa portanza ed era oltremodo pericoloso.

Chiaverina - Tipo di spiedo a lama lunga e larga, munito di arresti alla gorbia (in uso fino alla metà del 1460).

Chilanum - Pugnale indiano con lama di circa 30 cm a doppia curva e doppio taglio, forgiata a somiglianza di corno; guardia e pomello di dimensioni quasi eguali.

Chimbane
- Lancia africana abissina.

Chigiriki - Arma medievale giapponese formata da un bastone di circa 60 cm munito di una catena circa della stessa lunghezza e che terminava con una palla o un cilindro di legno chiodato.

Chisa katana - Sciabola giapponese di lunghezza intermedia fra katana e wakizashi (lama di circa 60 cm.).

Choora (o Chura) - Coltello dei Mahsud dei Khyber; simile al Peshkabz. Lungezza totale circa 45 cm.; dorso della lama perfettamente rettilineo e rinforatto così che la lama ha sezione a T.

Chu ko nu
- Balestra cinese a ripetizione.I bolzoni sono contenuti nel cassetto superiore e azionando la leva il cassetto arretra e tende l'arco; riportato in avanti deposita la freccia sul fusto.

Chura - Coltello afgano.

Cinquedea (o Anelace, o Lingua di bue) - Pugnale o corta daga con lama molto larga che si restringe velocemente. Derivata dal parazonium, ma la forma è già di pugnali in bronzo. La lama è munita di sgusci e quasi sempre lavorata con decorazioni. Il fornimento è formato fa bracci arcuati verso la punta;l'impugnatura è piatta e decorata con avorio, ottone ed altro. La lama è quasi sempre decorata in oro. Arma civile a cavallo del 1400 in Emilia-Veneto.

Claymore - Spadona a due mani in uso nelle Highlands della Scozia e in Irlanda alla fine del 1400.

Clave, Mazze da combattimento esotiche - Il numero di mazze da combattimento usate dai popoli primitivi è infinito e avrebbe poco senso elencarle.

Colichemarde (o frantopino, o francopino) - Tipo di spada da fante con lama larga e a due fili al tallone e al primo tratto, poi bruscamente ristretta e continuata in verduco. Fu usta verso la fine del 1400, specie fra le milizie francesi dette Franc-toupins. Indica anche un tipo di lama fatta a tal guisa e usata su spadini verso la fine del 1700.

Coltella da due mani
- Arma lunga manesca con lama ad un filo e punta diritta o poco ricurva; ambito tedesco alla fine del 1400 per caccia.

Coltellaccio da cavallo
- Arma manesca di media lunghezza usata per la caccia a cavallo nel 1500.

Coltello da lancio africano
- Coltelli africani a più lame. Tipica arma del centro Africa in numerossime varianti. Si dice possa giungere quasi fino a 100 metri ed è molto efficace. [vedi anche "azande"]

Coltello da breccia
- Robusto coltello montato su di un'asta lunga circa due metri ed usato nelle operazioni di assalto alle mura; in uso nel 1400. Il tipo francese si chiama Vouge.

Corna del fachiro - I fachiri non potevano portare armi, ma si arrangiavano con questo attrezzo fatto con corna di bufalo!

Corsesca - Arma in asta del 1400-1500 con ferro con lunga cuspide solitamente a quadrello ma talvolta a sezione romboidale; alla base due ali divaricate, arcuate e terminate ad unghiolo; le parti convesse sono taglienti; talvolta anche quelle concave. Pare sia nata in marina.

Corsesca palmata - Corsesca con cuspide a triangolo acuto e costolatura longitudinale fino alla gorbia; ali divaricate e palmate; spesso il contorno è tutto tagliente; arma italiana derivata dal brandistocco e destinata più per colpire di punta che per trarre.

Costoliere da piede - Arma bianca manesca con lama lunga, diritta, a filo e punta; varie dimensioni a seconda uso da piede o da cavallo. In uso fin dal IX secolo.

Couse (o Kouse) - Coltella inastata, forse derivata dalla vouge; arma dei trabanti. Spesso le facce sono decorate con le insegne del signore. In uso in ambiente germanico fino alla fine del 1700.

Craquemart - Coltellaccio pesante da marina del 1500.

Crowbill - Tipo di martello d'arme con manico piuttosto lunga e ferro formato dalla sola penna. In uso in India.

Curtana (o Spada di grazia) - Spada con punta spezzata e che si dice essere stata fatta nel 1661 in Inghilterra per Carlo II per simboleggiare che la giustizia si deve accompagnare alla grazia.

 

<< indietro : avanti >>

< indietro

indietro

Home page