Le antiche meridiane architettoniche di Montagnana

meridiane4.jpg (97042 byte)   meridiane5.jpg (89031 byte)

meridiane6.jpg (94743 byte)    meridiane7.jpg (84130 byte)

meridiane8.jpg (108737 byte)    meridiane9.jpg (100682 byte)

 Fig. 9/1)  Vedasi articolo "Il cronometro a torri", su Guelfi  e Ghibellini 1989. Al giorno d'oggi le sette torri segnano mezzodì con qualche leggero sfasamento l'una dall'altra a motivo di lievi variazioni dell'assetto verticale di qualche torre causate da assestamenti statici intervenuti nel corso dei seicento e più anni finora trascorsi

meridiane10.jpg (97753 byte)    meridiane10b.jpg (95700 byte)

Fig. 11/2) L'ombra proiettata dal ponticello in muratura che ha sostituito nel secolo 17mo l'antico levatoio in legno, interferisce con la manifestazione del segnale nei mesi da aprile ad agosto durante i quali le ombre sono molto corte.

meridiane11.jpg (100783 byte)    meridiane14.jpg (90800 byte)

Fig. 13/3) Nei mesi da aprile ad agosto l'ombra della grande torre diventa troppo corta per raggiungere il muro settentrionale del ridotto e, nella situazione originaria quando non c'era l'ala Veneziana, dopo un periodo di arretramento sulla strada in allineamento con la porta, doveva proiettarsi sull'esterno del muro dell'androne fermandosi circa all'altezza di questo con il solstizio d'estate.

 meridiane 13.jpg (82535 byte)    meridiane15.jpg (95502 byte)

meridiane16.jpg (62298 byte)    meridiane17.jpg (77595 byte)

Anche dopo l'introduzione degli orologi meccanici non venne meno la necessità di consultare quotidianamente gli orologi solari per poter mettere a punto i movimenti dei ruotismi a pesi o a molla i quali, oltre che essere soggetti ad incepparsi o ad esaurire la carica, segnano un tempo uniforme anziché variabile come avviene con il Sole (4).

Per le scoperte relative ai segnali meridiani di cui ai punti e), f), g), h), i) è stata notizia in anteprima nell'Annuario del Palio dei 10 Comuni 2001, ma Magazine (periodico su cui sono stati pubblicati gli articoli del Professore n.d.c.) ora per la prima volta le fotografie e gli schemi grafici relativi.

E' comunque opportuno precisare che un'analisi gnomonica come quella che qui è stata schematicamente riportata, non è stata ancora compiuta da alcuno nei confronti di nessun altro complesso monumentale ed è importante pure tenere presente che l'individuazione delle particolarità descritte assume rilevanza scientifica notevole nell'ambito dello studio dell'architettura medioevale.

Per chi desiderasse osservare i segnali meridiani sopra indicati così da sperimentare nella medesima situazione dell'uomo medioevale la suggestione di entrare in risonanza simpatetica, assieme al monumento, con l'evento cosmico della culminazione del Sole, è fondamentale tener presente che i segnali stessi si riferiscono al tempo solare vero locale e non al tempo fittizio (Tempo Medio dell'Europa Centrale) segnato dai nostri comuni orologi i quali solo in pochi periodi dell'anno concordano approssimativamente con l'ora astronomica di Montagnana.

Si può arrivare sul posto a caso verso mezzodì dei comuni orologi (verso le tredici se c'è l'ora legale) e mettersi ad aspettare qualche minuto, ma se si vuol essere sicuri di non perdere l'evento gnomonico, è consigliabile servirsi della qui pubblicata (mesi da giugno a dicembre) la quale è stata appositamente calcolata per la località di Montagnana (Lat. 45°14' Nord; Long. 11°28' Est) tenendo conto dell'equazione del tempo nonché della differenza di longitudine rispetto al meridiano dell'Etna.

meridiane19.jpg (102160 byte)    meridiane 18.jpg (72876 byte)

Sono segnati in neretto i giorni in cui l'ora del Sole concorda approssimativamente con l'ora fittizia degli orologi.

Detta tabella, ai fini delle osservazioni di cui trattasi, può considerarsi di lunga validità e, dà i valori di correzione (minuti e secondi) in più o in meno da apportare all'ora del mezzodì segnata dall'orologio dell'osservatore (che si spera esatto!). Se vige l'ora legale, occorre aggiungere al mezzodì segnato dall'orologio, oltre ai minuti riportati in tabella, anche un'ulteriore ora in più.

4) La terra ruota intorno al Sole con velocità variabile in funzione della distanza dall'astro secondo le leggi di Keplero. Così la durata di ciascun giorno non è sempre la stessa e il mezzodì arriva ad intervalli non uniformi ( correzione dell'equazione del tempo)

Montagnana 22 febbraio 2002

Prof. Leone Parolo

Copyright riservato all'autore per testo, disegni e tabelle.

<< indietro : : avanti >>

Home page