Affitti brevi, accoglienza e consegna chiavi diventano digitali – Repubblica.it


L’esplosione degli affitti brevi, al traino delle piattaforme che incrociano domanda e offerta, sta cambiando il mercato immobiliare e per certi versi anche l’aspetto delle grandi città e delle mete turistiche. Anche i regolatori si trovano a cercare di tenere il passo di questo comparto. Intanto si sta sviluppando una economia di servizi collegata alle esigenze di chi deve metter sul mercato il proprio immobile, dall’accoglienza alla pulizia delle case.

Va in questa direzione l’accordo che Keesy, una giovane azienda italiana che si occupa di gestione dell’ospitalità extra-alberghiera, e il network Solo Affitti Brevi (gruppo Solo Affitti) hanno siglato per lanciare il primo servizio di self check-in e check-out automatizzato per il mondo dell’home sharing.

Affitti brevi, accoglienza e consegna chiavi diventano digitali

Keesy ha da poco concluso una raccolta in crowdfunding su Mamacrowd, mettendo insieme un finanziamento di oltre 680 mila euro, e punta così a un ulteriore salto di qualità. Il servizio si basa su una piattaforma web, Keesy Smart, che consente di effettuare il check-in online (verifica dell’identità, pagamento, tassa di soggiorno e consegna chiavi digitali grazie all’integrazione con Sclak, un servizio di apertura delle porte a distanza). Nelle agenzie affiliate a Solo Affitti Brevi, inoltre, sbarcheranno i Keesy Point, punti di raccolta sempre aperti dove si possono depositare le chiavi e svolgere adempimenti burocratici e amministrativi (pagamenti, contratto, tassa di soggiorno) e completare l’accettazione attraverso alcuni touchscreen. Insomma, per chi deve entrare in casa è una soluzione in più per non dover dipendere dai “tempi” dei proprietari, che a loro volta possono liberarsi dall’incombenza di accogliere gli ospiti e esser fisicamente presenti per la consegna delle chiavi.

Massimo Magni, co-fondatore di Solo Affitti Brevi, sottolinea come “i servizi di check in e out sono ad oggi una delle mansioni più delicate che i nostri imprenditori si ritrovano ad affrontare ed è per questo che abbiamo fortemente voluto questo accordo aggiungendo un ulteriore tassello alla nostra offerta commerciale diventando sempre più la scelta migliore di chi vuole fare degli affitti brevi il proprio core-business di successo”. Patrizio Donnini, ad di Keesy, ha invece rimarcato “l’ulteriore passo nella concretizzazione della nostra strategia di crescita, perché ci consentirà di dare maggiore impulso alla fase di espansione del servizio in corso e al consolidamento della nostra presenza sul mercato Italiano. Allo stesso tempo questo accordo permetterà ai gestori delle strutture aderenti al network Solo Affitti Brevi, di offrire ai propri clienti un servizio altamente innovativo, sicuro e veloce, in grado di ampliare e dare forza al proprio business”.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo VerdelliABBONATI A REPUBBLICA


http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml

Babà Napoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *