Atlantia, l’ad Castellucci si è dimesso. Buonuscita da 13 milioni. Totale copertura legale – Repubblica.it


ROMA – Giovanni Castellucci si dimette da amministratore delegato e direttore generale di Atlantia. Lo si legge nella nota diffusa al termine del cda, che ha accolto le sue dimissioni definendo con lui una risoluzione consensuale del rapporto di lavoro.

Questa risoluzione “prevede la corresponsione di un importo  a titolo di incentivo all’esodo pari a 13 milioni 95 mila 675 euro, “oltre alle competenze di fine rapporto”. La cifra di 13 milioni sarà versara in 4 rate (“di cui la prima contestualmente alla sottoscrizione dell’accordo, la seconda il 2 gennaio 2020, la terza il 2 gennaio 2021 e la quarta il 2 gennaio 2022”).

“Per qualsiasi giudizio civile, penale o amministrativo che dovesse coinvolgere Castellucci, anche dopo la cessazione dei rapporti, anche per indennizzi e risarcimenti, ed anche per spese legali e peritali, sarà a carico della società, salvo dovessero emergere condotte dolose comprovate ed accertate”.

Se queste condotte dolose dovessero emergere, “Atlantia di riserva di non procedere, in tutto o in parte, al pagamento delle rate non corrisposte, nonché il diritto di richiedere la restituzione in tutto o in parte delle rate corrisposte”, come buonuscita.

Castellucci conserverà la speciale copertura assicurativa D&O (che tutela il patrimonio dei manager nel caso di richieste di risarcimento). Per 12 mesi, lo stesso Castellucci conserverà auto aziendale, casa “e le ulteriori coperture assicurative in essere sino a scadenza”. Il manager mantiene anche le sue stock option. Infine ha in portafoglio 340.388 azioni di Atlantia che – al valore di ieri di 20,76 euro – valgono oltre 7 milioni.
 
 “Fino alla nomina di un nuovo amministratore delegato – si legge ancora – il consiglio ha deliberato di trasferire in via temporanea le deleghe esecutive ad un comunicato composto dai seguenti consiglieri:  Fabio Cerchiai, Carlo Bertazzo, Anna Chiara Invernizzi, Gioia Ghezzi e Carlo Malacarne ed ha provveduto a nominare Giancarlo Guenzi, chief financial officer uscente, quale direttore generale della società”.

Tiziano Ceccarani assumerà la carica di chief financial officer e di dirigente “preposto alla redazione dei documenti contabili societari”. 

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo VerdelliABBONATI A REPUBBLICA


http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml

Babà Napoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *