Basket, Nba: Toronto torna al comando a Est, sorridono i Clippers di Gallinari


NEW YORK – Toronto si riprende il primato nella Eastern Conference del campionato Nba. I Raptors escono nel migliore dei modi da un week-end impegnativo aggiudicandosi due testa a testa con altrettante dirette concorrenti: dopo aver battuto sabato Milwaukee (123-116), la squadra canadese ha superato 121-105 gli Indiana Pacers (23-16), che veniva da sei vittorie di fila, cogliendo il 30esimo successo in regular season a fronte di 12 sconfitte, il miglior bilancio fin qui nella Lega professionistica, scalzando proprio i Bucks (27-12) dalla prima poltrona a Est. Come spesso accade, è stata un’affermazione del collettivo, quella dei Raptors, con otto uomini in doppia cifra: anche senza Kawhi Leonard, miglior marcatore del team (27,2 di media) e miglior rimbalzista (7,9 a partita), a riposo in vista dei prossimi impegni, è stato prezioso l’apporto di Kyle Lowry, al rientro dopo aver saltato dieci delle ultime undici sfide, con 12 punti e 8 assist.

Basket, Nba: Toronto torna al comando a Est, sorridono i Clippers di Gallinari

Danilo Gallinari

CLIPPERS RIMONTA ORLANDO, 13 PUNTI GALLINARI – Domenica con il sorriso anche per i Los Angeles Clippers, che di fronte ai quasi 17mila spettatori dello Staples Center soffrono ma alla fine si aggiudicano per 106-96 la sfida con Orlando Magic. C’è voluto più di un tempo al quintetto californiano per entrare in partita, ma una volta fatto non si è più voltato indietro. Grazie ai 28 punti di Tobias Harris e i 17 di Lou Williams, la squadra di Doc Rivers si è scrollata di dosso un primo tempo passato quasi tutto con una doppia cifra di svantaggio, toccando anche il -15. Poi nella ripresa un parziale di 17-2 da parte dei padroni di casa ha messo a posto le cose per i Clippers, quarti nella Western Conference (23-16). E’ stato un match senza acuti per Danilo Gallinari: la 30enne ala di Sant’Angelo Lodigiano chiude la sua prova con 13 punti in 32 minuti di impiego, con 5 rimbalzi e 2 assist (5/16 dal campo, 1/10 da tre), gli stessi segnati da Shai Gilgeous-Alexander.

Basket, Nba: Toronto torna al comando a Est, sorridono i Clippers di Gallinari

Tom Thibodeau

LAKERS KO CON MINNESOTA, CHE CACCIA COACH THIBODEAU – Un’altra sconfitta invece per i Los Angeles Lakers (restano in ottava posizione a Ovest: 21-19) ancora privi di LeBron James (assenti anche Rajon Rondo e Kyle Kuzma), in infermeria dopo l’infortunio agli adduttori rimediato il giorno di Natale: i Minnesota Timberwolves vincono per 108-86 con 28 punti a testa di Andrew Wiggins e Karl-Anthony Towns. Una festa a metà per i padroni di casa, attualmente 11esimi a Ovest (19-21) visto il licenziamento a fine gara di coach (e presidente) Tom Thibodeau, deciso dal proprietario della franchigia Glen Taylor, insoddisfatto del rendimento della squadra e della posizione in classifica ormai a metà stagione: al posto del tecnico che per cinque stagioni aveva guidato Chicago (2010-15), venendo anche eletto miglior allenatore Nba ci sarà il vice Ryan Saunders, 32 anni, mentre per il futuro il nome più gettonato è quello di Fred Hoiberg.

SCIVOLONE OKLAHOMA CON WASHINGTON – Oklahoma City si è fatta sorprendere a domicilio da Washington (116-98) nonostante una “tripla doppia” firmata da Russell Westbrook (22 punti, 15 rimbalzi e 13 assist). Uno stop che fa scivolare i Thunder (25-14) dal secondo al terzo posto a Ovest, alle spalle di Golden State (26-14). Nei Wizards (16-24, 11° posto a Est) brillano Bradley Beal (25 punti, 6 assist e 5 rimbalzi) e Otto Porter (20 punti, 6 rimbalzi e 5 assist).
I RISULTATI: Chicago Bulls-Brooklyn Nets 100-117; Minnesota Timberwolves-Los Angeles Lakers 108-86; Los Angeles Clippers-Orlando Magic 106-96; Atlanta Hawks-Miami Heat 106-82; Oklahoma City Thunder-Washington Wizards 98-116; Toronto Raptors-Indiana Pacers 121-105; Phoenix Suns-Charlotte Hornets 113-119.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *