Borse, Londra rifiuta l’offerta di Hong Kong. Gualtieri: “Piazza Affari è strategica” – Repubblica.it


MILANO – La Borsa di Londra, che controlla Piazza Affari, rispedisce al mittente la proposta di acquisto da parte di Hong Kong, mentre il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri alza le difese intorno a Palazzo Mezzanotte.

“Il consiglio di amministrazione vede problemi fondamentali su alcuni aspetti chiave di questa proposta” di Hong Kong per il London Stock Exchange, spiega la nota di Lse con la quale si annuncia il rifiuto delle nozze. Problemi di “strategia, fattibilità e valorizzazione”. Pertanto, il consiglio, prosegue la nota, ha rifiutato all’unanimità questa proposta e non vede motivo di proseguire nelle “discussioni”.

La proposta di Hong Kong prevedeva l’acquisizione di Lse attraverso una offerta in parte in contanti e in parte attraverso l’emissione di nuove azioni, per una valorizzazione del titolo Lse pari a 83,61 sterline e circa 40 miliardi di dollari di valutazione complessiva.

Del caso ha parlato anche Gualtieri, al debutto europeo come ministro delle Finanze, con una nota ufficiale che assicura che il Mef segue con la classica “grande attenzione” gli sviluppi dell’Opa. Il gruppo Borsa Italiana, che comprende MTS, il mercato all’ingrosso dei titoli di Stato, rappresenta, sottolinea il ministro, “un asset strategico per il Paese”. Tutti gli sviluppi che lo riguardano vengono quindi monitorati da vicino, perché sono rilevanti per gli interessi nazionali.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo VerdelliABBONATI A REPUBBLICA


http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml

Babà Napoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *