Carburanti, costi in calo con il prezzo del petrolio in discesa – Repubblica.it


MILANO – I cali del petrolio che preoccupano le aziende del settore, fanno bene agli automobilisti alla pompa di benzina: non si fermano i ribassi sulla rete carburanti italiana.

Con le quotazioni dei prodotti petroliferi in mediterraneo stabili sulla benzina e ancora in calo sul diesel, infatti, Tamoil, Esso e Q8 hanno limato oggi di 1 centesimo i prezzi raccomandati di verde e gasolio, mentre Ip e Italiana petroli sono scese di 1 cent sulla benzina e di 2 cent sul gpl.

Sul territorio, di conseguenza, prosegue l’andamento in calo dei prezzi praticati. In particolare, in base all’elaborazione di Quotidiano energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è pari a 1,578 euro/litro, con i diversi marchi che vanno da 1,562 a 1,605 euro/litro (no-logo a 1,567). Il prezzo medio praticato del diesel è a 1,506 euro/litro, con le compagnie che passano da 1,501 a 1,530 euro/litro (no-logo a 1,494).

Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato è di 1,712 euro/litro, con gli impianti colorati che vanno da 1,691 a 1,805 euro/litro (no-logo a 1,614), mentre per il diesel la media è a 1,639 euro/litro, con i punti vendita delle compagnie tra 1,639 a 1,720 euro/litro (no-logo a 1,539). Il gpl, infine, va da 0,680 a 0,701 euro/litro (no-logo a 0,673).

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario CalabresiSostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *