Casa, i prezzi tornano in calo nonostante l’aumento delle compravendite – Repubblica.it


MILANO – Il mattone italiano non riprende quota, nonostante i segnali di rilancio dell’attività di compravendita. Secondo i dati preliminari dell’Istat, infatti, i prezzi delle abitazioni sono tornati in calo nel terzo trimestre rispetto ai tre mesi precedenti, con una diminuzione dello 0,8%, e un’analoga contrazione su base annua, la settima consecutiva. Soffre il comparto dell’usato.

Con questa ultima rilevazione, ipotizzando che non ci siano variazioni nell’ultimo periodo dell’anno, il 2018 si chiuderebbe a -0,5%. Rispetto alla media del 2010, i prezzi sono diminuiti del 16,7%, a causa delle abitazioni esistenti i cui prezzi sono calati del 22,9% (quelle nuove hanno segnato invece +0,2%).

“Anche nel terzo trimestre, la flessione tendenziale dei prezzi è da attribuire unicamente ai prezzi delle abitazioni esistenti, che registrano una variazione negativa pari a -1,3% (era -0,8% nel trimestre precedente). I prezzi delle abitazioni nuove, invece, accelerano su base tendenziale passando dal +1,2% del secondo trimestre del 2018 al +1,4% del terzo trimestre”, dice l’Istat. Invece su base congiunturale la diminuzione è dovuta a entrambe le tipologie (-1% per le abitazioni esistenti e -0,2% per quelle nuove).

I dati, come accennato, cozzano con il “contesto di crescita persistente dei volumi di compravendita”, tanto che l’incremento tendenziale degli scambi è stato del 6,7% nello stesso periodo, secondo quanto certificato dall’Agenzia delle Entrate per il mercato residenziale. “I dati recenti confermano la debolezza della dinamica dei prezzi delle abitazioni che registrano, nel terzo trimestre, una nuova flessione congiunturale (dopo la crescita registrata nel trimestre precedente) e, per il settimo trimestre consecutivo, una diminuzione tendenziale”, ha commentato l’Istat a corollario dei dati. “A determinare queste dinamiche sono per lo più le abitazioni esistenti mentre i prezzi di quelle nuove continuano a essere in ripresa su base annua. Il consolidamento della ripresa del mercato immobiliare residenziale è quindi caratterizzato da una persistente debolezza sul versante dei prezzi”.

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario CalabresiSostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *