Caso Nissan, l’ex presidente Ghosn compare in tribunale: “Sono innocente”


L’ex presidente della Nissan, Carlos Ghosn, si dichiara innocente e denuncia di essere stato “accusato falsamente e ingiustamente detenuto” senza prove, nella sua prima apparizione in tribunale, dopo l’arresto dello scorso novembre. E’ accusato di aver dichiarato compensi falsi, sottostimandoli di 5 miliardi di yen, circa 44 milioni di dollari, tra il 2010 e il 2017, e di altri illeciti finanziari.

Caso Nissan, l'ex presidente Ghosn compare in tribunale: "Sono innocente"

Carlos Ghosn ritratto in aula

Il manager 64enne ha dichiarato di aver “sempre agito con integrità” e sottolineato di “non essere mai stato accusato di nulla” durante la sua carriera decennale durante la quale ha salvato la casa auto giapponese. E’ arrivato in tribunale ammanettato, in abito scuro ed è apparso più magro del solito.

Caso Nissan, l'ex presidente Ghosn compare in tribunale: "Sono innocente"

L’ambasciatore francese Laurent Pic (al centro)

Ad attenderlo fuori dal tribunale circa un migliaio di persone. Lo scopo dell’udienza odierna era quello di spiegare la decisione della corte sulla sua detenzione per evitare che possa inquinare le prove o fuggire.

in riproduzione….


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/esteri/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *