Censimento centri antiviolenza, presentazione annullata. Pesa l’attacco di Spadafora a Salvini: “Insulti da politica”


È stata annullata la presentazione prevista per oggi da parte di Vincenzo Spadafora, sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega alle Pari Opportunità, insieme alla ministra Giulia Bongiorno, del primo censimento nazionale dei centri antiviolenza. Nella conferenza stampa Spadafora avrebbe annunciato l’arrivo di nuovi fondi, ma anche di più rigorosi criteri di controllo sull’operato dei centri stessi.

rep

Non sono ancora ufficiali i motivi dell’annullamento della conferenza stampa. Pare tuttavia che abbia influito sulla decisione l’irritazione del vicepremier Matteo Salvini per le dichiarazioni di Spadafora fatte a Repubblica nei suoi confronti.

L’attacco di Spadafora a Salvini

“L’Italia vive una pericolosa deriva sessista. Come facciamo a contrastare la violenza sulle donne, se gli insulti alle donne arrivano proprio dalla politica, anzi dai suoi esponenti più importanti?”. Spadafora in un’intervista a Repubblica porta ad esempio (negativo) gli attacchi verbali del vicepremier Salvini a Carola Rackete: “L’ha definita criminale, pirata, sbruffoncella. Parole, quelle di Salvini, che hanno aperto la scia dell’odio maschilista contro la Capitana, con insulti dilagati per giorni e giorni sui social”.

 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/politica/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *