Ciclismo, Coppa Bernocchi: volata vincente di Bauhaus


ROMA – Sventola la bandiera tedesca sul podio di Legnano. Grazie a un grande lavoro di squadra, Phil Bauhaus (Bahrain Merida) ha vinto la Coppa Bernocchi superando allo sprint Simone Consonni (UAE Emirates) e Imerio Cima (Nippo Vini Fantini). Bravo e fortunato il ciclista nato a Bocholt che ha approfittato del traino dei compagni Trantnik e Sieberg per mettersi nella posizione migliore per lo sprint, evitando la brutta caduta di gruppo che ha sconvolto i piani di molti velocisti quando mancavano 500 metri al traguardo. Nello strappo finale, Bauhaus ha mostrato ancora una volta la sua dote migliore anticipando di una bici Consonni e di qualche metro Cima, classe 97’ alla migliore prestazione della sua carriera in una gara così importante.

Ottima, fino a pochi chilometri dal traguardo, anche la prova di Elia Viviani, uno dei favoriti della vigilia, che ha provato a evitare la volata di gruppo, conscio di una forma fisica non perfetta a fine stagione, attaccando a 25 chilometri dal traguardo insieme a Visconti e Lutsenko. La loro fuga si è interrotta durante il penultimo giro del circuito cittadino conclusivo quando Riabushenko, grande protagonista della Coppa Agostoni, ha provato a sua volta l’allungo. L’azione del bielorusso però non ha dato frutti e il gruppo è arrivato compatto all’ultimo chilometro con le squadre in azione per i velocisti. La migliore è stata la Bahrain Merida che ha lanciato Bauhaus fino al traguardo.

Dopo Agostoni e Bernocchi, la Ciclismo Cup, competizione di 19 gare che assegna il titolo di campione d’Italia, continuerà mercoledì 18 e giovedì 19 settembre con il Giro della Toscana e la Coppa Sabatini (dirette dalle 15:00 su Repubblica Tv Sport). Saranno due gare decisive sia per la classifica generale della competizione a squadre, sia per chiarire gli ultimi dubbi al commissario tecnico della Nazionale, Davide Cassani, per le convocazioni in vista del Mondiale su strada che si correrà tra due settimane nello Yorkshire.


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


http://www.repubblica.it/rss/sport/ciclismo/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *