Ciclismo, il mondo celebra Bernal. Shakira: ”Vittoria al Tour è incredibile”


BOGOTA’ – Osannato come e più di un re. Tutta la Colombia (e non solo) sta celebrando l’impresa di Egan Bernal, primo colombiano nella storia a trionfare al Tour de France. Nella top 10 ci sono anche Rigoberto Uran e Nairo Quintana, rispettivamente settimo e ottavo nella classifica finale della Grande Boucle, così anche la cantante Shakira si è voluta complimentare su twitter con i tre corridori: “Orgogliosa dei miei connazionali al Tour de France! Tre colombiani in top 10! Congratulazioni Egan Bernal per la tua incredibile vittoria”.

Da James al Presidente della Repubblica

Quello di Shakira non è stato l’unico messaggio di congratulazioni. Parole al miele per Bernal anche da parte di Radamel Falcao e James Rodriguez che hanno festeggiato su Twitter il re del Tour, definendolo “grande” e “incredibile”. E perfino il presidente della Repubblica colombiana, Ivan Duque Marquez, ha reso omaggio all’impresa della più giovane maglia gialla in 100 anni di storia: “Si è realizzato un grande sogno con la prima vittoria colombiana al Tour, grazie al nostro meraviglioso Egan Bernal. Eccellente prestazione del ciclismo colombiano nella corsa più importante del mondo, con tre ciclisti nella top 10. Sono l’orgoglio nazionale!”. Bernal è anche il terzo più giovane di sempre a vincere il Tour: prima di lui i più “precoci” sono stati Henry Cornet, nel 1904 a poco meno di 20 anni, e Francois Faber, nel 1909 a 22 anni (con qualche giorno in meno di Egan).

Celebrazioni in Spagna e Italia

Il nuovo Re di Francia, però, non è stato celebrato solo in Patria e in terra transalpina ma anche in Italia. Lui stesso, durante la premiazione, ha ringraziato il Bel paese, “perché sono cresciuto lì”. E’ “sbocciato” come ciclista e anche come ragazzo infatti in Piemonte, sotto l’ala di Giovanni Ellena e di Gianni Savio. Proprio nella “loro creatura”, la squadra Androni Giocattoli, il colombiano ha mosso i primi passi da professionista, nel 2016, prima di passare lo scorso anno al Team Sky, ora Ineos, che l’ha fatto maturare definitivamente, fino alla consacrazione di questi ultimi giorni.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/ciclismo/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *