Coppa Italia: impresa Entella, Genoa ko ai rigori. Esonerato Juric, arriva Prandelli



GENOVA – L’Entella imita il Novara e diventa la seconda squadra di serie C ad approdare agli ottavi di Coppa Italia. C’è riuscito al termine di un derby spettacolare ed emozionante a Marassi con il Genoa in cui si è visto di tutto: pali, gol in extremis e continui capovolgimenti di fronte e di risultato. Due volte avanti, e tornata in corsa grazie a un gol in pieno recupero di secondo tempo supplementare, la squadra di Boscaglia non ha rubato nulla, meritando di portare a casa la qualificazione se non altro per l’atteggiamento con cui ha giocato la sfida contro una formazione di due categorie superiore. Insomma si è guadagnato con pieno merito l’opportunità di andare a sfidare la Roma il 12 o 13 gennaio all’Olimpico. Il ko è costato carissimo a Juric che dopo la partita è stato esonerato: al suo posto è in arrivo Cesare Prandelli, che venerdì dirigerà il suo primo allenamento con tecnico rossoblù.

ERRORE DECISIVO DI LAPADULA – Tempi regolamentari condotti dal Genoa ma l’Entella per due volte si è trovata in vantaggio: prima (20′) con Icardi che sorprende Marchetti, poi dopo il pareggio su rigore (27′) di Piatek, chiavaresi ancora avanti sempre con Icardi, bravo a farsi trovare pronto sul secondo palo. Non basta però alla squadra di Boscaglia che viene raggiunta nuovamente dagli 11 mt per un fallo su Biraschi con Piatek ancora decisivo. Nei tempi supplementari affiora la stanchezza e il Genoa, dopo aver colpito una traversa sempre con il bomber polacco, si ritrova avanti ancora su calcio di rigore. Il fallo in questo caso è di Baroni su Pandev, dal dischetto va Lapadula che non sbaglia. La squadra di Juric però non riesce a tenere il vantaggio, colpisce un altro palo con Piatek e al secondo e ultimo minuto di recupero del secondo tempo supplementare si fa sorprendere da Ardojan che è il più veloce a ribadire in gol un tiro di Icardi deviato da Marchetti. Si va così ai calci di rigore ad oltranza perché sbagliano sia Bessa che Baroni. Al 16° tiro è Lapadula che si fa parare la conclusione da Paroni e l’Entella vola agli ottavi. 

GENOA-ENTELLA 9-10 dcr (1-1, 2-2, 3-3)
Genoa (3-4-1-2): Marchetti, Biraschi, Lopez, Zukanovic, Romulo, Omeonga (37′ s.t. Veloso), Rolon (1′ sts Sandro), Pereira (13′ st Bessa), Medeiros (13′ st Pandev), Piatek, Lapadula ( 97 Radu, 3 Gunter, 4 Criscito, 11 Kouamé, 17 Romero, 22 Lazovic, 26 Dalmonte, Lakicevic). All. Juric.
Entella (4-4-2): Paroni, Cleur, Belli, Zigrossi (30′ st Baroni), Crialese, Icardi, Di Paola, Ardizzone (4’pts Paolucci), Martinho( 18′ st Nizzetto), Petrovic (19′ st Mota), Adorjan (12 Massolo, 14 Puntoriere, 26 Di Cosmo, 27 Eramo, 31 De Rigo, 34 Bonini, 35 Bruno) All. Boscaglia.
Arbitro: Marini di Roma.
Reti: nel p.t. 20′ Icardi, 27′ Piatek (rig). Nel s.t.: 38′ Icardi, 41′ Piatek (Rig). Nel s.t.s: 5′ Lapadula (rig), 16′ Adorjan.
Sequenza rigori: Mota gol, Bessa fuori, Nizzetto gol, Veloso gol, Baroni parato, Sandro gol, Belli gol, Biraschi gol, Paolucci gol, Piatek gol, Di Paola gol, Zukanovic gol, Icardi gol, Romulo gol, Adorjan gol, Lapadula parato.
Ammoniti: Belli, Adorjan, Lopez, Nizzetto, Paolucci, Di Paola per gioco scorretto.
Angoli:16-2 per il Genoa.
Recupero: 0′ e 3′, 2′ e 1′.
Var: 0.
Spettatori: 2795 paganti.


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *