Coppa Italia, Lazio-Novara 4-1: Luis Alberto, doppio Immobile e Milinkovic-Savic


ROMA – Poco più di un allenamento per la Lazio. Troppo ampio il divario con il Novara, decimo nel girone A di Serie C, per considerare questo ottavo di Coppa Italia un test credibile per i biancocelesti in vista della importante sfida di Napoli del 20 gennaio. Finisce 4-1: gli uomini di Inzaghi si divertono e realizzano tutti e quattro i gol già nel primo tempo, due con Immobile che così tocca il traguardo delle ottanta reti con la Lazio (in 112 partite). A segno anche Luis Alberto su assist dello stesso Ciro e poi perfetta parabola su punizione da 20 metri del ritrovato Milinkovic, alla quarta rete stagionale, la terza nelle ultime quattro gare. La Lazio affronterà nei quarti la vincente di Inter-Benevento in programma domani alle 18.

Nonostante la differenza di qualità e peso tra le due squadre, Inzaghi inizialmente ha schierato una squadra molto vicina a quella titolare. Fuori solo Radu (squalificato), Correa (influenza) e Lulic (panchina). In difesa, Luiz Felipe centrale tra Bastos e Acerbi, alla partita consecutiva numero 148. Confermata la formula fantasia, con Luis Alberto, Milinkovic e due punte. Stavolta è Caicedo ad affiancare Immobile, che si è sbloccato dopo quattro partite senza gol: non segnava dall’8 dicembre. Prima della gara, lui e il capitano del Novara hanno mostrato le magliette di Piola, l’eroe di questi due mondi, e Pulici, altro mito che ha giocato in entrambe le squadre. Poi la partita è un recital della Lazio, nonostante una grande occasione capitata sullo 0-0 a Schiavi: bravo Strakosha a salvare di piede. Da quel momento in poi, Leiva e compagni creano palle-gol a ripetizione, mostrando anche una buona condizione fisica: insomma la Lazio ha subito riattaccato la spina dopo le ferie, confortante per Inzaghi in prospettiva Napoli. Luis Alberto e Milinkovic sembrano davvero tornati quelli dell’anno scorso. Convincenti i progressi di forma di Leiva e dello stesso Lukaku, alla prima presenza da titolare in stagione e autore di un assist.

Nella ripresa al 5′ il gol del Novara, su rigore per “mani” di Luiz Felipe: controllo al Var e poi il tiro vincente di Eusepi, ex delle giovanili di Roma e Lazio. Al 31′ debutto ufficiale in biancoceleste di Pedro Neto, portoghese classe 2000 arrivato nell’estate 2017 nell’ambito dell’operazione Keita. Applauditissima una sua discesa sulla destra con cross in area, non sfruttato da Caicedo.

Lazio-Novara 4-1 (4-0)
Lazio (3-5-2): Strakosha, Bastos, Luiz Felipe, Acerbi, Marusic (32′ st P. Neto), Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto (18′ st Berisha), J. Lukaku (18′ st Durmisi), Caicedo, Immobile.
(24 Proto, 23 Guerrieri, 4 Patric, 49 Jorge Silva, 7 V. Berisha, 16 Parolo, 19 Lulic, 25 Badelj, 96 Murgia). All.: S. Inzaghi.
Novara (4-2-3-1): Benedettini, Cinaglia, Chiosa, Bove, Visconti, Sciaudone, Ronaldo (12′ st Buzzegoli), Nardi, Manconi (12′ st Cattaneo), Schiavi (28′ st Mallamo), Eusepi. (12 Di Gregorio, 31 Drago, 23 Migliavacca, 26 Sbraga, 4 Fonseca, 11 Stoppa, 24 Cordea, 25 Kyeremateng). All.: Viali.
Arbitro: Abbattista di Molfetta.
Reti: nel pt 12′ Luis Alberto, 20′ e 35′ Immobile, 48′ Milinkovic-Savic; nel st 3′ Eusepi (rigore).
Angoli: 6-0 per la Lazio.
Recupero: 3′ e 3′.
Note: spettatori 12.000 circa.


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *