“Dalla parte della tua pelle”, visite gratuite per combattere la dermatite atopica


PRURITO  intenso e costante, forte secchezza della cute, comparsa di rossore diffuso e vescicole su diverse aree del corpo. Sono i sintomi tipici della dermatite atopica, una malattia infiammatoria cronica che colpisce tra il 10 e il 20% in età pediatrica e circa il 5% in età adulta.  A chi ne soffre o per chi ha dei sintomi ma non ha ancora ricevuto una diagnosi, la campagna nazionale di sensibilizzazione “Dalla parte della tua pelle” offre la possibilità di sottoporsi a visite dermatologiche gratuite su prenotazione. Domani (sabato 8 giugno) la campagna fa tappa a Roma.

LA RUBRICA – Fai la tua domanda al dermatologo

Come si manifesta la dermatite atopica

La Dermatite atopica è una malattia infiammatoria cronica non contagiosa. Si tratta di una malattia sistemica e multifattoriale scatenata, oltre che dalla predisposizione genetica, da fattori ambientali come l’inquinamento, l’esposizione ad allergeni alimentari, irritanti e allergeni da contatto. La patologia in età adulta colpisce principalmente le mani e i piedi, le pieghe dei gomiti e delle ginocchia, i polsi e le caviglie, il collo, il viso e il torace. Il decorso è cronico recidivante, si alternano periodi di remissione parziale a periodi di peggioramento. “Questa malattia ha il suo esordio di norma in età pediatrica e tende a migliorare con l’età, tuttavia esiste una quota significativa di adulti con forme particolarmente gravi e persistenti della patologia”, afferma Luca Bianchi, direttore della U.O.S.D di Dermatologia del Policlinico Tor Vergata. La dermatite atopica si associa spesso ad altre manifestazioni come asma, rino-congiuntivite allergica, rino-sinusite con polipi nasali e allergie alimentari.
 

L’impatto sulla qualità di vita

 
Questa patologia ha un forte impatto sulla qualità di vita dei pazienti: l’aspetto della cute arrossata e desquamante può infatti interferire con le relazioni sociali e il prurito forte e incessante può causare difficoltà di concentrazione, perdita di sonno, stanchezza. In Italia si registra un’alta incidenza di dermatite atopica negli adulti: l’8,1% degli intervistati ammette di soffrirne, a fronte di una media del 4,9% di altri paesi.
 
LEGGI: “Doccia o bagno? Il metodo per ‘salvare’ la pelle senza sbagliare
 

Consulti gratuiti in tutta Italia

La Campagna, promossa dalla “Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattie Sessualmente Trasmesse” (SIDeMaST), prevede consulti gratuiti su prenotazione in trenta centri ospedaliero-universitari in cui gli specialisti dermatologici saranno a disposizione per aiutare gli adulti che soffrono di dermatite atopica per intraprendere il percorso di cura più adatto alle singole esigenze dei pazienti. La Campagna, realizzata grazie al contributo incondizionato di Sanofi Genzyme, ha anche il Patrocinio di ADOI (Associazione Dermatologi Venereologi Ospedalieri Italiani e della Sanità Pubblica) e di ANDEA (Associazione Nazionale Dermatite Atopica). Per sapere quali sono i centri presso cui è possibile prenotarsi:  www.dallapartedellatuapelle.it
 
Sabato 8 Giugno presso gli ambulatori della U.O.S.D di Dermatologia del Policlinico Tor Vergata (Viale Oxford, 81 – Entrata C – 2° Piano) chi soffre di dermatite atopica potrà prenotare una visita di controllo dermatologico gratuito telefonando al numero 3404279447 dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 15,00. “Presso la nostra struttura – prosegue Bianchi – è attivo un ambulatorio dedicato a questa dermatosi così da offrire al paziente personale medico dedicato e terapie innovative. Abbiamo, infatti, a disposizione le sperimentazioni clinico-terapeutiche più all’avanguardia nella cura di questa malattia”.
 
                                                                                                      
 
 
 

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/salute/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *