Enel, ricavi e utili in aumento nel trimestre – Repubblica.it


MILANO – Ricavi e utili in aumento grazie al contributo delle energie rinnovabili e all’espansione in Brasile: Enel ha chiuso il primo trimestre dell’anno con ricavi per 20,8 miliardi, in crescita del 10,3% rispetto al primo periodo del 2018, e un utile netto ordinario di 1,16 miliardi, in questo caso con una espansione annua dell’11,3%.

Francesco Starace, amministratore delegato e direttore generale della società elettrica, ha potuto salutare i conti svelati a mercati chiusi parlando di “ottimi risultati che confermano la traiettoria di crescita sinora perseguita e l’eccellente performance operativa registrata da tutte le unità di business”. Il margine operativo lordo (ebitda) si è attestato a 4,45 miliardi (+13,9% il risultato ordinario) e Starace ha rimarcato nella nota come “le energie rinnovabili, la cui capacità installata è aumentata di 800 MW nel trimestre, e le reti di distribuzione, favorite dall’integrazione di Enel Distribuição São Paulo, continuano ad essere il motore della nostra performance e hanno rappresentato il 70% dell’ebitda ordinario di gruppo nel trimestre”.

Le reti in Italia, le rnnovabili in Spagna e nelle Americhe hanno avuto la parte del leone negli 1,2 miliardi di investimenti, aumentati del 36% nel periodo. “Nel 2019, prevediamo di accelerare gli investimenti, focalizzandoci sulle rinnovabili in Nord America, oltre a proseguire il nostro importante investimento nelle reti, principalmente in Italia e in Sud America e si prevede che la generazione di flussi di cassa rimanga consistente per tutto il periodo. Questo ottimo inizio d’anno ci consente di confermare la guidance a fine anno”, ha rimarcato ancora Starace.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *