Eutanasia, Zingaretti dice sì alla legge sul fine vita e l’eutanasia


ROMA – Nicola Zingaretti schiera il Pd a favore della legge sul fine vita e dell’eutanasia. Il segretario democratico, infatti, interpellato a Corriere Live sul testo in discussione alla Camera, dice: “Penso e spero che si faccia una legge sul fine vita, che preveda anche l’eutanasia”. Al momento la proposta di legge, frutto  di una proposta di legge di iniziativa popolare dell’Associazione Luca Coscioni,  è in discussione, in congiunta, nelle commissioni Giustizia e Affari sociali di Montecitorio e sono in corso le audizioni degli esperti.

L’obiettivo dovrebbe essere quello di approvare un  testo entro settembre, come richiesto dalla Corte costituzionale in un’ordinanza sul caso Marco Cappato-Dj Fabo. Ma sul rispetto dei tempi non c’è molto ottimismo. “Per quanto personalmente auspichi che il Parlamento, in un soprassalto di coscienza, sappia davvero fornire le giuste risposte, mi sembra realisticamente alquanto difficile che una nuova legge possa essere approvata prima di settembre”, ha detto il vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura, David Ermini, nel suo intervento di saluto alla giornata di studi sul tema organizzata a Roma dal Csm.

Il vicepresidente del Csm ha anche messo in guardia sui rischi di questa lentezza del Parlamento nel legiferare. Lentezza che porterebbe ad una situazione in cui i giudici sarebbero chiamati ad assumersi la responsabilità delle scelte in tema di fine vita. “La prospettiva verosimile – fa detto Ermini –  è che ancora una volta, in assenza di un intervento parlamentare, ricada sulle spalle dei giudici la responsabilità di risolvere problemi etico giuridici lasciati in sospeso dal legislatore. Magari agitando poi, per ragioni strumentali, il rischio di una dominanza del potere giudiziario sugli altri poteri, in una parola l’annosa questione della supplenza della magistratura nei confronti della politica”.

Intanto, l’Associazione Luca Coscioni rende noto un sodaggo Swg secondo sui Il 56% degli italiani è assolutamente a favore di una legge sulla legalizzazione dell’eutanasia. E un ulteriore 37% è pro a una regolamentazione dell’accesso a determinate condizioni fisiche e di salute. Dunque, – dice l’Associazione “a chiedere l’eutanasia Legale sono il 93% dei cittadini, un dato mai registrato prima d’ora”.  Inoltre, si spiega che dal sondaggio merge  un atteggiamento di disinteresse  dei grandi media nei confronti di un tema così popolare: il 48% dichiara di non aver avuto alcuna notizia dell’ordinanza emessa dalla Corte Costituzionale da tempo al Parlamento fino al 24 settembre 2019 per approvare una legge sull’eutanasia. L’Associazione Luca Coscioni scenderà comunque nuovamente in piazza nel week end dal 10 al 12 maggio in 21 città italiane, per una raccolta firme rivolta alla politica e mirata all’accelerazione della discussione attualmente in corso.

 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/politica/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *