Facebook Libra: in attesa della criptovaluta dilagano le truffe


LIBRA, la valuta digitale annunciata da Facebook, non è ancora sul mercato e forse lo sarà solo nel 2020 ma già ci sono i truffatori. Sullo stesso social network ma anche su Instagram e piattaforme popolari come YouTube e Twitter stanno apparendo diversi annunci che propongono l’acquisto di Libra a prezzi stracciati. In realtà sono trappole che servono a sottrarre soldi. A scovare le pagine false il Washington Post.

L’esca è rappresentata da inserzioni pubblicitarie che a prima vista sembrano legittime, con tanto di logo ufficiale dei social network. Una di queste è collegata ad un sito chiamato BuyLibraCoins.com. Oltre al Wp anche il siti specializzato in tecnologia TheNextWeb ha avvistato il sito-truffa con il dominio Calìbra.com, creato per apparire identico al sito ufficiale di Calibra.com, nome del consorzio che gestirà la moneta.

“Facebook rimuove le pubblicità e le pagine che violano le nostre politiche quando ne veniamo a conoscenza e lavoriamo costantemente per migliorare il rilevamento di truffe sulle nostre piattaforme”, ha commentato il social network al Washington Post.

Le pagine truffa su Libra sono apparse mentre Facebook sta affrontando le perplessità delle autorità americane sui suoi piani di criptovaluta. Che è stata anche argomento di discussione all’ultimo G7 di Parigi con i ministri delle Finanze che hanno espresso “preoccupazione” e la “necessita’ di agire rapidamente”.
  
 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/tecnologia/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *