Febbre dengue, in Brasile +163% di morti


RIO DE JANEIRO – Il ministero della Salute brasiliano afferma che le morti per febbre dengue negli ultimi sei mesi sono aumentate del 163% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Il dicastero spiega che a questo hanno contribuito piogge più pesanti e temperature più alte hanno, specificando che 366 persone sono morte a causa della malattia trasmessa dalle zanzare dal 30 dicembre all’8 giugno. Sono stati inoltre registrati un totale di 1,1 milioni di probabili casi di dengue, con un aumento del 561% rispetto ai primi sei mesi del 2018.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/salute/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *