Geni si diventa, con passione e impegno


Come ha fatto Magnus Carlsen a diventare campione del mondo di scacchi? Come fa Zlatan Ibrahimovic ad eseguire quelle magie calcistiche che lo hanno reso uno dei calciatori più prolifici della storia del calcio? E ancora come ha fatto l’islandese Björk a meritarsi l’appellativo di musicista creativa e rivoluzionaria? Qual è il segreto che ha portato personaggi del calibro di Hans Christian Andersen e Charles Darwin a raggiungere i vertici nei rispettivi campi? Hanno provato a dare una risposta i ricercatori dell’Università norvegese della Scienza e della Tecnologia arrivando a concludere che la ricetta del successo sta in cinque ingredienti tutti necessari per arrivare al top in qualunque settore si voglia eccellere.

I 5 fattori del successo

Negli ultimi cinque anni, i ricercatori dell’Università della Norvegia hanno studiato le performance di alcuni dei più famosi personaggi contemporanei come appunto Ibrahimovic e Andersen. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista New Ideas in Psychology.  “Abbiamo capito che alcuni fattori devono essere presenti per diventare un esperto in un determinato campo”, spiega Hermundur Sigmundsson del Dipartimento di Psicologia della Ntnu. I fattori considerati decisivi sono: un allenamento mirato, passione, grinta, mentalità positiva e anche un mentore che possa dare supporto. 

Appassionarsi a qualcosa e allenarsi 

Quanto conta la passione per avere successo nella vita? “Il concetto chiave è proprio quello di trovare un’area che ci interessa. Ecco come possiamo accendere la scintilla”, afferma Sigmundsson consapevole del fatto che oggi è sempre più difficile per le nuove generazioni appassionarsi a qualcosa. Ma certo la passione da sola non basta. Si stima che siano necessarie 10.000 ore di pratica per diventare veramente bravi in qualcosa. In altre parole, bisogna praticare il più spesso possibile l’attività nella quale si vuole eccellere.

Grinta e motivazione

Ma ancora non basta per arrivare ai vertici perché il sacrificio prima o poi pesa anche quando si ama ciò che si fa. Ed è per questo che secondo i ricercatori norvegesi tra gli ingredienti del successo ci sono anche la grinta, la perseveranza e la motivazione da mantenere in un’attività nel tempo. “La passione è ciò che dà la direzione alla tua freccia, ma è la grinta che ne determina la forza e le dimensioni”, afferma Sigmundsson che aggiunge: “Inoltre, serve una mentalità positiva, un atteggiamento di fiducia, ovvero credere fermamente nella possibilità di raggiungere gli obiettivi fissati”. Ed è improbabile che si riesca a gestire il viaggio da soli. Molto probabilmente c’è bisogno di un mentore, qualcuno che ci mostri la strada e che ci dia supporto. Meglio ancora se si tratta di una persona che ha le giuste basi di conoscenza e che possa sostenerci per il lungo tempo necessario a diventare competenti. 

Il successo non si inventa, ma si costruisce

Lo studio presso l’Università norvegese, che ha incluso 126 partecipanti, va avanti da quasi 30 anni ed è servito come base per diversi articoli scientifici e anche per un libro che è stato recentemente scritto sui criteri per il successo. I ricercatori hanno analizzato attentamente i fattori che hanno permesso ad alcuni dei grandi personaggi. Nel libro ad esempio, il padre di Magnus Carlsen, Henrik Albert Carlsen, descrive il percorso di suo figlio per diventare il miglior giocatore di scacchi del mondo, mentre Vidar Halldorsson scrive degli islandesi e del loro successo in sport come la pallamano. Insomma, concludono i ricercatori, geni non si nasce ma si diventa impegnandosi ogni giorno. Come dire, per chi ha voglia di rimboccarsi le maniche, c’è speranza di arrivare al successo.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


http://www.repubblica.it/rss/salute/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *