Germania, attacco hacker ai politici: arrestato ventenne. Avrebbe già confessato


BERLINO. Ha vent’anni anni l’autore del più colossale furto di dati della storia tedesca, il leak delle mail, delle chat private, dei dati finanziari e personali di quasi mille politici, attori e giornalisti che ha gettato nell’angoscia la Germania. La polizia lo ha arrestato stamane in Assia, secondo quanto riferito dalla procura di Wiesbaden. Il giovanissimo hacker avrebbe già confessato, sostiene l’agenzia di stampa Dpa.

L’”hacker dell’Avvento” ha agito attraverso un account twitter a partire dallo scorso primo dicembre. Ogni giorno un pacchetto di dati è stato svelato con il metodo del calendario dell’Avvento, popolarissimo in Germania. Ogni giorno una “finestrella” digitale svelava conversazioni, numeri di documenti, mail persino del presidente della Repubblica Frank-Walter Steinmeier e della cancelliera, Angela Merkel.

rep

Il governo ha annunciato l’istituzione di un “Centro di Cyberdifesa Plus” che punterà a migliorare la sicurezza sul web. Anche se le reti della cancelleria e del Bundestag non sono state violate, l’hacker è riuscito ad accedere a molti account privati di parlamentari e politici.

Nel 2015 un gravissimo attacco informatico al Bundestag aveva costretto il parlamento a resettare l’intero sistema elettronico per renderlo invulnerabile. Allora, secondo i servizi segreti britannici, l’attacco era partito dal servizio segreto militare russo, il Gru. Anche stavolta alcuni giornali come Bild hanno avanzato immediatamente il sospetto che il cyber attacco venisse da Mosca. Ma il ventenne assiano arrestato stamane sembra smentire clamorosamente questa ipotesi.

 


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/esteri/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *