Giampaolo sprona la sua Sampdoria: “Con il Bologna mi aspetto un salto di qualità”


GENOVA –  Ritrovare la vittoria al ‘Ferraris’ che manca dal 1° ottobre (2-1 con la Spal). E’ l’obiettivo per la Sampdoria che, messo in archivio il pareggio nel derby, attende in un delicato anticipo il Bologna, che ha 11 punti, cinque in meno della compagine blucerchiata, quanto mai intenzionata a mettersi alle spalle i due punti conquistati nelle ultime cinque partite. “Mi aspetto un salto di qualità”, dice a chiare lettere Marco Giampaolo alla vigilia, non preoccupato (almeno ufficialmente) per il periodo no.

GIAMPAOLO: “RIPARTIRE CON UNA GRANDE GARA” – “Bisogna ripartire facendo un grande match e cercando di conquistare la vittoria insieme ai nostri tifosi – sottolinea l’allenatore doriano nella tradizionale conferenza stampa che precede le gare di campionato – Nell’arco di una stagione i periodi dove non riesce a trovare risultati positivi sono sempre successi, ma la differenza sta nella capacità di avere come obiettivo il lavoro ed essere credibili, onorando la maglia e facendo partite di contenuti. Bisogna avere la serenità di gestire anche eventuali momenti negativi. Per giocare a calcio devi essere lucido e sereno, e il pari di domenica in parte ci ha restituito serenità. Ma non basta: bisogna continuare a lavorare e domani mi aspetto una risposta in tal senso”.

“BOLOGNA VA AFFRONTATO CON INTELLIGENZA E PAZIENZA” – In ogni caso massimo rispetto per Palacio e compagni. “Il Bologna sa giocare un certo tipo di partite – prosegue Giampaolo -. Non è una squadra di grande fraseggio quella di Inzaghi, che si contrappone all’avversario creando densità e ha elementi abili sulle palle inattive. Servirà pazienza, sarà una gara difficile, che dovremo affrontare con grande intelligenza. Alla mia squadra cerco sempre di far creare situazioni di gioco pulite, ma anche a saper giocare gare sporche. Nel derby abbiamo affrontato un avversario che cercava la profondità, provava a sfruttare i rimbalzi e le seconde palle: noi ce lo dobbiamo aspettare e reagire di conseguenza”.

RECUPERATI SAPONARA E DEFREL, ANCORA OUT BARRETO – Contro i rossoblù il tecnico della Sampdoria deve rinunciare ancora a Barreto, non ancora al meglio dopo la lesione muscolare al flessore della parte alta della coscia sinistra rimediata ad inizio novembre nella gara col Torino. Ma Defrel e Saponara (in vantaggio su Ramirez a centrocampo) saranno presenti nonostante alcuni acciacchi. Confermato titolare Andersen anche se reduce da una prestazione non convincente nel derby col Genoa. Giampaolo è categorico: “I giocatori devono saper reagire all’errore. Ad esempio Skriniar l’anno scorso ha avuto la forza di reagire, se lo subisci l’errore allora diventa un problema. Non sbaglia chi non si assume la responsabilità di sbagliare”.

“FERRERO? CON LUI PARLO DI PALLONE E DONNE” – La sfida con il Bologna arriva anche in un momento particolare per la società e per il presidente Massimo Ferrero, indagato nell’ambito di un’operazione della Guardia di Finanza di Roma che ha sequestrato al presidente blucerchiato beni e disponibilità finanziare per 2,6 milioni. I reati ipotizzati, a vario titolo, sarebbero appropriazione indebita, truffa, emissione e utilizzo di fatture false, autoriciclaggio e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita. “Io e la squadra dobbiamo pensare al campo, a lavorare bene e onorare sempre la maglia – conclude il mister -. Delle questioni burocratiche del club, io le chiamo così, se ne occupano i dirigenti e ci pensa il club ad esprimersi in maniera ufficiale sulle cose da fare, noi pensiamo a fare il nostro lavoro al meglio – ha puntualizzato Giampaolo – Ferrero probabilmente lo vedrò stasera in ritiro e gli parlerò. Cosa ci diremo? Lo saluterò e parleremo di calcio: altre cose sono aspetti privati suoi e del club, con lui parlo di calcio. E a volte anche di donne…”.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *