Governo, Di Maio: “No a nuovi balzelli. Il nostro obiettivo è abbassare le tasse”


“Fermi tutti. Noi abbiamo come obiettivo quello di abbassare le tasse, non di aumentarle. È totalmente sbagliato scatenare un dibattito ogni giorno per parlare di nuovi balzelli”. Così il ministro degli Esteri e capo politico del Movimento, Luigi Di Maio, prova a stroncare le polemiche su possibili nuove tasse. Parole che arrivano all’indomani del discorso di Giuseppe Conte, con l’apertura a una tassazione di bibite gassate, voli internazionali e merendine (un’idea, quest’ultima, lanciata dal ministro dell’Istruzione Fioramonti); ma anche dopo il caso delle misure legate all’ambiente, che potrebbero prevedere disincentivi per chi inquina. 

Ieri le parole di Conte avevano scatenato la reazione polemica di Salvini e di tutto il centrodestra. “Arriva la tasse sulle merendine! Quando c’è da tassare a sinistra si eccitano e superano i confini del ridicolo”, aveva attaccato il leader della Lega. Ma l’ipotesi era stata criticata anche dal numero uno di Confindustria, Vincenzo Boccia.

Oggi il premier allarga l’orizzonte, ospite della festa della Cgil a Lecce: “Giudico il sistema fiscale iniquo e inefficiente. Dobbiamo arrivare a una disciplina organica che crei una vera alleanza tra il cittadino onesto e il fisco”. E si concentra sul dramma italiano dell’evasione fiscale: “Siamo favorevoli a pene anche detentive per i casi di conclamata evasione, chi sbaglia deve pagare pesantemente”.

Ma il tema delle tasse mobilita un po’ tutta la maggioranza. “Noi ridurremo le tasse, Salvini le ha aumentate”, ha detto il segretario dem Nicola Zingaretti. “Sì a investimenti verdi, ma senza alzare le tasse”, è il messaggio di Matteo Renzi in un’intervista al Messaggero.


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


http://www.repubblica.it/rss/politica/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *