I dieci sintomi della distrofia di Duchenne


SE IL bambino presenta uno o più di questi sintomi, è opportuno discuterne con il pediatra e con uno specialista per una valutazione approfondita.

Prima di 18 mesi:
1 Il bimbo ha difficoltà a stare seduto da solo o a gattonare.
2 Il bimbo non riesce a stare in piedi o a camminare prima dei 18 mesi.
3 C’è un ritardo del linguaggio e intorno a un anno e mezzo il piccolo non ha ancora detto la prima parola. Anche le frasi complete stentano ad arrivare.
A 3 anni
4 Ci sono tipiche difficoltà nell’andatura, che è spesso ondeggiante.
5 Il bimbo tende a camminare sulle punte o coi piedi molto piatti.
6 Dopo i tre anni spesso ancora cade ed è goffo nei movimenti.
7 Ha difficoltà ad arrampicarsi.
8 Ha difficoltà a correre.
A 5 anni
9 Non riesce a stare dietro ai compagni mentre giocano e i muscoli sono deboli.
10) Il segno di Gowers: nel tentativo di alzarsi dalla posizione supina, i pazienti caratteristicamente usano le braccia per arrampicarsi sul corpo poggiandole sulle ginocchia, per compensare la debolezza dei muscoli delle gambe.

LEGGI– Distrofia di Duchenne, la battaglia per una diagnosi precoce entro i due anni
 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/salute/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *