Il capo dei giovani padani Andrea Crippa eletto vice di Salvini: ideò la protesta al Museo egizio


È noto alle cronache per aver avuto l’idea, nel 2018, di intasare il centralino del museo egizio di Torino per protestare contro sconti e promozioni a favore dei visitatori di lingua araba. Andrea Crippa, già portaborse di Matteo Salvini a Bruxelles e segretario dei “Giovani padani”, poi tra i neo-eletti a Montecitorio, oggi è stato nominato dal leader leghista vicesegretario della Lega.

in riproduzione….

 
Lo ha annunciato lo stesso Salvini durate una conferenza stampa al temine del Consiglio federale del Carroccio che si è svolto nella sede di via Bellerio, a Milano. Una nomina attesa per dare un segno di rinnovamento del partito. “Qui accanto a me c’è il parlamentare che da oggi è mio vice segretario federale con delega all’organizzazione, da Nord a Sud”, ha detto il vicepremier.
 
Originario della Brianza (nato a Monza ma vive a Lissone, di cui è stato consigliere comunale di opposizione), 33 anni, Crippa affiancherà gli altri due vice – tra i consiglieri più ascoltati di Salvini, Giancarlo Giorgetti e Lorenzo Fontana –
 
Sempre per la cronaca, contro la polemica sollevata da Crippa la direzione del Museo Egizio aveva esposto querela alla Procura della Repubblica di Torino. Dopo due mesi, però, arrivo la richiesta di archiviazione per il leader del movimento giovanile della Lega. Prima dell’esperienza con Salvini, Crippa ha collaborato con il papà mobiliere nell’azienda di famiglia in Brianza.

in riproduzione….


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/politica/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *