Incendio a Porto Torres, un morto e una donna ferita



LE FIAMME divampate in un appartamento al quinto piano di una palazzina a Porto Torres, in provincia di Sassari, erano tanto alte che sono state notate da un carabiniere di pattuglia. L’allarme dato subito dal militare non è però bastato a salvare un uomo di 25 anni, Gavinuccio Cau, ucciso dal fumo, mentre la madre,  Anna Bono di 56 anni, è ricoverata in gravi condizioni e in prognosi riservata.

L’incendio si è sviluppato intorno alle 4 del mattino. La prima ipotesi (da confermare) dei vigili del fuoco di Sassari, intervenuti insieme a quelli di Porto Torres e ancora all’opera in mattinata per i rilievi, è che le fiamme siano state causate da un cortocircuito.

Sono stati i carabinieri e i vigili a sfondare la porta dell’appartamento in via Piemonte e a portare in salvo la donna. Non c’è stato nulla da fare per il giovane, stroncato da arresto cardiocircolatorio a causa del fumo. Nell’appartamento è morto anche il cane della famiglia.

Gli abitanti della palazzina sono stati fatti uscire dagli appartamenti, tutti sono potuti rientrare in casa dopo le verifiche sulle condizioni dello stabile, ad eccezione della famiglia che vive al quarto piano, cioè sotto l’appartamento dove si è sviluppato l’incendio.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *