Le scaleup italiane in cerca di investimenti volano a Shanghai


Cinque scaleup italiane cercano investitori a Oriente: Orway, Else Corp, Morphcast, I-Vasc e Kellify sono volate a Shanghai grazie alla regia di iStarter, facilitatore di crescita guidato da Simone Cimminelli che opera tra Torino, Milano e Londra. Le aziende selezionate hanno presentato i loro progetti di fronte ad oltre 30 fondi di investimento cinesi, business angels, Equity Partner di iStarter ed esponenti istituzionali.

“Questa edizione cinese del Made in Italy 2.0.2.0 è stata davvero un successo”, afferma Fabrizio Ferri, Equity Partner di iStarter basato a Shanghai. “Non solo per l’interesse suscitato dalle nostre cinque scaleup negli investitori cinesi, ma anche per il notevole supporto dato da iStarter al nostro Sistema Paese, attraverso l’internazionalizzazione di progetti italiani ed il coinvolgimento di importanti istituzioni come il Consolato Italiano a Shanghai, la Camera di Commercio Italiana in Cina e la Camera di Commercio Europea in Cina”.

Le scaleup italiane in cerca di investimenti volano a Shanghai

Simone Cimminelli (a sinistra) all’evento iStarter di Shanghai

“Trasformare gli ecosistemi banking, investing ed insurance in fintech grazie all’AI è il core della Quant-as-a-Service experience di Kellify, e parlare ad una platea di investitori e utenti dal cuore di Shanghai è stata un’occasione importante per il nostro lancio nella regione Asia Pacific”, ha affermato Francesco Magagnini, Ceo di Kellify. Emilio Roncoroni, fondatore di I-Vasc, ha apprezzato notevolmente la location, l’incubatore cinese InnoSpace, e si aspetta “interessanti ricadute nel tempo, dagli incontri con qualificati investitori avuti all’evento”. Andrey Golub, fondatore di Else Corp, ha voluto sottolineare “l’alto livello di qualità degli investitori presenti”.

rep

Le 5 scaleup portate a Shanghai

Orway, innovativa soluzione di autenticazione basata su una tecnologia biometrica estremamente affidabile ed inattaccabile. Il sistema biometrico messo a punto da Orway, dopo anni di ricerca scientifica, raggiunge il massimo della precisione nell’identificazione biometrica e permette una protezione assoluta anti-spoofing, cioè contro la falsificazione dell’identità in rete. Fondata ufficialmente nel 2017, con un’anima in parte italiana ed in parte russa, è la scaleup più giovane del Made in Italy 2.0.2.0 di Shanghai con un raccolto di 525 mila euro.

ELSE Corp, dove ELSE è l’acronimo di Exclusive Luxury Shopping Experience, è una piattaforma B2B utilizzata soprattutto da aziende di piccole e medie dimensioni, che permette al cliente finale, l’acquirente di calzature e abbigliamento di qualità, un’esperienza d’acquisto innovativa, emozionale e dotata di un grado superiore di soddisfazione delle proprie aspettative. Nel dettaglio, il configuratore virtuale Else, tramite la visualizzazione di modelli 3D particolarmente realistici, permette al cliente di scegliere il modello, il colore ed i singoli accessori del prodotto, per una scelta più conforme ai propri gusti e costantemente aggiornata con i trend della moda. In 9 round ELSE Corp ha raccolto circa 2,3 milioni di euro.

Morphcast combina un motore motore AI con un nuovo player multimediale in grado di assemblare contenuti basati sui parametri dello spettatore misurati attraverso la selfie camera del cellulare, ovvero età, attenzione, emozioni ed oltre 40 caratteristiche mantenendo protetta la privacy. Ha raccolto fino ad oggi 11 milioni di euro dai suoi 680 investitori.

I-Vasc, dispositivo medico innovativo per il trattamento e la cura delle vene varicose: nasce dall’idea e dall’esperienza ultradecennale nella chirurgia vascolare di Mario Salerno e imprenditoriale di Emilio Roncoroni, MBA, attivo nella consulenza direzionale alle PMI e nella relativa assistenza nella pianificazione commerciale. Nata nel 2015, ha raccolto circa 700 mila euro.

Kellify, tecnologia fintech che permette di investire in oggetti che quotidianamente utilizziamo, attraverso un approccio scalabile e sistematico supportato dall’Intelligenza Artificiale. Può essere utilizzata da chiunque si occupi di investimenti ed industria per migliorare le capacità predittive e trasformare beni quotidiani quali opere d’arte, auto d’epoca, vini pregiati, materie prime ed energia in asset class alternative. Nata nel 2016, con un team in continua espansione, ha raccolto 1,7 milioni di dollari nel luglio 2018.


http://www.repubblica.it/rss/tecnologia/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *