Leghe europee, Tebas contro Uefa: “Progetto simile ad Eca, accordo è impossibile”


NYON  – Un progetto troppo simile a quello targato Eca. Dopo due ore e mezzo di meeting a Nyon tra i rappresentati delle Leghe europee e il Comitato esecutivo Uefa, non sono emerse grandi novità e a confermarlo è il numero uno della Liga spagnola, Javier Tebas.

“CHIEDIAMO UN ACCORDO” – “Il progetto è simile a quello su cui lavora l’Eca, per me non ci sono state novità e non è stato preso in considerazione il lavoro svolto ieri a Madrid dove si sono riuniti 244 club”, ha spiegato Tebas all’Adnkronos. “Il dibattito è aperto e sono contento, quello che chiediamo è un accordo. E ovviamente con questo format l’accordo è impossibile”, ha sottolineato il membro del board delle Leghe Europee e numero uno della Liga spagnola.

“PROGETTO ECA SAREBBE UNA ROVINA” – “Vedremo cosa succederà e come andranno i ‘negoziati'”, ha aggiunto il dirigente spagnolo in attesa di avere altri incontri con il numero uno della Uefa, Aleksander Ceferin. Secondo Tebas comunque “non esiste un modello ideale, ma il format che propongono non va bene, il male minore è quello che c’è stato fino al 2018”. Per quanto riguarda l’Eca inoltre Tebas è convinto che “continua nel suo progetto che sarebbe la rovina dei campionati nazionali”.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/calcio/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *