L’oncologia spiegata con le vignette


PARLARE DI CANCRO è sempre difficile. E non solo perché, per chi non è medico, il linguaggio scientifico non è comprensibile. E’ difficile anche dal punto di vista emotivo perché si toccano le paure più profonde di ogni essere umano. Per questo serve una comunicazione empatica, che sappia semplificare ma anche catturare l’attenzione e la sensibilità di chi legge. E’ quanto cerca di fare il progetto ‘L’oncologia spiegata – La ricerca a vignette’, un progetto di divulgazione scientifica realizzato dall’ l’Istituto Oncologico Veneto-IRCCS e presentato questa mattina a Padova.

• PARLARE DI TUMORE FA ANCORA PAURA
Cosa sono le cellule tumorali? Come e perché si sviluppano? Come si fa a combatterle e vincerle? Sono alcune delle domande più diffuse sull’oncologia che resta per la maggior parte dei cittadini ancora un universo sconosciuto. “La parola tumore fa ancora molta paura – dichiara Giuseppe Opocher, direttore scientifico dello IOV-IRCCS. “Tuttavia, la concezione che la maggior parte della società ha della malattia spesso corrisponde a informazioni che sono già state superate e non rappresentano la realtà. La ricerca scientifica, infatti, continua a compiere importanti passi avanti. Con questo progetto l’Istituto Oncologico Veneto intende, dunque, spiegare con semplicità i meccanismi che regolano il funzionamento del corpo umano e quindi l’eventuale formazione di un tumore, i traguardi raggiunti dai ricercatori, le scoperte ormai consolidate e i nuovi orientamenti”.

• SEI CAPITOLI PER SPIEGARE IL TUMORE
Originale la modalità narrativa scelta dallo Iov: quella delle vignette attraverso cui è stato sviluppato un percorso di apprendimento accessibile a tutti, immediatamente comprensibile e facilmente memorizzabile. Così, a partire da oggi, saranno distribuiti in vari punti della città di Padova, sei capitoli con testo, vignette e illustrazioni. Nei booklet vengono fornite informazioni di base, come ad esempio il funzionamento della cellula e il ruolo delle informazioni genetiche, ma si raccontano anche le sfide che deve affrontare il mondo della ricerca e i principali traguardi raggiunti fino ad oggi nella lotta contro il cancro.

L'oncologia spiegata con le vignette

I temi che vengono approfonditi sono: La Fabbrica – Il sistema di controllo; Il Grattacielo – Le riparazioni quotidiane; L’Orchestra – Perchè si forma un tumore; Viaggio nel Tempo – Gli ultimi 100 anni di ricerca; Il Labirinto – Ricercatori al lavoro; Il Puzzle – Come funziona la ricerca. Ogni ‘capitolo’ contiene un messaggio preciso riconducibile ad un aspetto della realtà ben conosciuta da tutti: così ad esempio il funzionamento del corpo umano diviene “il sistema di controllo di una fabbrica”, dove cellule difettose non sorvegliate adeguatamente dagli “addetti al controllo” possono portare alla formazione del tumore. “Il progetto oggi prevede sei capitoli, ma – ha annunciato Opocher – sarà impegno dello IOV proseguire in modo lineare nei prossimi mesi con altre iniziative per continuare a creare una cultura diffusa sulla ricerca e sulle modalità con cui il nostro Istituto affronta i tumori”.

• OSPEDALI, SUPERMERCATI E SOCIAL PER DIFFONDERE LE VIGNETTE
Il progetto l’Oncologia Spiegata nasce per essere diffuso nelle varie sedi dello Iov, presso l’Ordine dei Medici e il comune, ma anche on line sul sito e sui canali social dello IOV e dei partner che hanno aderito all’iniziativa ed anche su tutto il territorio padovano, con la diffusione di oltre 40mila copie per ogni singolo booklet per un totale di 246mila copie, che verranno diffuse a partire da oggi tra i supermercati Ali e gli Interspar di Albignasego e Rubano, grazie all’importante partnership creata con Ali Group e Despar.
Commentando il progetto, a cui l’Ordine dei Medici di Padova ha subito aderito, Paolo Simioni, presidente OMCEO, ha affermato: “L’Ordine dei Medici ha appoggiato da subito questo progetto perché riteniamo che riuscire a spiegare in modo nuovo, facile ed immediatamente comprensibile cosa sia un tumore e come lo si possa vincere con la ricerca, sia un’azione importante, che avvicina i cittadini e le famiglie all’intero sistema della cura e della salute”.

L'oncologia spiegata con le vignette

Anche il Comune di Padova ha dato il suo supporto al progetto patrocinandolo: “La malattia –  ha affermato Silvia Girallucci, Consigliere comunale delegata alla Rete delle Città Sane OMS – è, purtroppo, ancora un tabù nella nostra società. Quando bambini e ragazzi si trovano ad avere un genitore o un parente malato sono impreparati a capire e a parlare di quanto succede. È quindi particolarmente meritoria l’iniziativa dello IOV per fornire ai ragazzi, e alle loro famiglie, uno strumento in più per affrontare temi tanto difficili. Comprendere significa anche riuscire a elaborare e questo è molto importante per la salute psicologica dei familiari delle persone malate”.




http://www.repubblica.it/rss/salute/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *