L’operatore mi tormenta con fatture per un servizio mai richiesto: che fare – Repubblica.it


Il passaggio a un’offerta Adsl o fibra di un operatore è incompatibile con la presenza di servizi di un altro operatore. Questo in ogni caso: anche quando abbiamo un servizio “solo dati”, “senza la voce”.
In realtà la linea infatti è abilitata anche alle chiamate, da un punto di vista tecnico; solo che, contrattualmente, quelle non sono incluse nell’offerta.
In altre parole, la funzionalità “voce” è già occupata da Fastweb e Tim (o altri) non può attivare i propri servizi. Molti anni fa era possibile ancora fare un mix di questo tipo: per esempio io avevo una linea Tim per il canone, servizi di preselezione di TeleTu (per le chiamate, ma su una linea tecnicamente di Tim) e l’Adsl di MC-Link.
Tutto ciò implica che i servizi voce di Tim non sono mai stati attivati, in realtà. Se così fosse stati, sarebbe dovuta scattare la disdetta della linea Fastweb. Probabilmente si tratta di un tentativo truffaldino fatto da qualche agente commerciale che è riuscito a mettere le mani sui dati dell’utente (forse in occasione del cambio operatore c’è stata una fuga di informazioni: è già capitato in passato, come risulta da diverse inchieste dell’Antitrust: di solito per colpa di dipendenti infedeli, di un operatore, che “passano” i dati degli utenti ad agenti commerciali, in cambio di soldi).
Il lettore avrebbe potuto insomma ignorare la richiesta di pagamento fin dall’inizio. Ma poiché di solito è seccante avere conti in sospeso con un’azienda, è corretto provare a contattarla per spiegare il malinteso. Purtroppo sembra che a volte non sia sufficiente a chiarire. Per fare smettere l’operatore, a questo punto, non c’è che avviare una procedura di conciliazione gratuita, in cui magari anche provare a ottenere un qualche indennizzo (se il caso può ricadere nella fattispecie di attivazione di servizio non richiesto).
 

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario CalabresiSostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *