M5s, il voto su Rousseau sul patto civico in Umbria


I militanti del M5S oggi sono chiamati al voto su Rousseau sul patto civico con il Pd in Umbria. Dalle 10 alle 19 gli iscritti al Movimento da almeno sei mesi potranno votare sulla possibilità di sostenere alle Regionali un candidato presidente civico con il sostegno di altre forza politiche”. Un candidato, si sottolinea sul Blog delle Stelle, “fuori dalle appartenenze politiche”.

Fonti M5s sottolineano di aver “individuato due profili di alto livello che rappresentano al meglio la società civile. Sosterremo una delle due insieme a delle liste civiche anche se il Pd deciderà di non far parte del ‘patto civicò per l’Umbria”. La rosa sembra ormai ristretta alla sola sindaca di Assisi Stefania Proietti. Meno probabile, infatti, la candidatura ventilata da Luigi Di Maio di  Catia Bastioli, l’amministratore delegato di Novamont e presidente di Terna.

In realtà sulla nome del candidato presidente in Umbria Pd e M5s sembrano ancora piuttosto lontani dal trovare un accordo. I dem insistono infatti su Andrea Fora, giovane leader della Confcooperative locale. E il grillino Alessandro Di Battista invita i cinquestelle a “non fidarsi del Pd derenzizzato”.

 


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


http://www.repubblica.it/rss/politica/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *