M5S, su Rousseau via libera alla nuova organizzazione e al mandato zero (ma i sì sono solo 17mila)


La riorganizzazione voluta dai vertici M5S incassa il sì degli iscritti sulla piattaforma Rousseau. Un sì che riguarda tutte e cinque le novità proposte. Le votazioni si sono chiuse alle 13 è sono state complessivamente 123.755 le preferenze espresse (un numero dato dalla somma di tutti i voti espressi sulle cinque domande). L’introduzione del mandato zero per i consiglieri comunali – che tanta ironia ha provocato sui social e non solo – ha ottenuto il 68 per cento di sì, pari a 17mila voti favorevoli; la possibilità per un consigliere comunale di candidarsi durante il secondo mandato ha avuto il 60 per cento (una percentuale alta, ma comunque più bassa rispetto agli altri quesiti); l’ipotesi di alleanza con le liste civiche ha avuto il 78 per cento di voti favorevoli; la nuova organizzazione regionale del Movimento l’85 per cento; quella nazionale l’84. 

In realtà lo stesso Beppe Grillo aveva espresso le sue perplessità sulle novità che riguardano la deroga al tetto dei due mandati parafrasando una canzone di Julio Iglesias.

 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/politica/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *