Manovra, salta il vincolo sui fondi per curare i migranti



La manovra rispecchierà, sui migranti, l’approccio del decreto sicurezza. Continua il lavorio dei relatori a caccia di risorse per le legge di stabilità. E una delle ultime novità riguarda i fondi per la sanità. Dal 2019 le Regioni potranno spendere anche per altri scopi i fondi finora vincolati a garantire l’assistenza sanitaria agli stranieri non iscritti al Servizio sanitario nazionale. Questo almeno è quanto previsto da un emendamento dei relatori alla legge di bilancio.

Con questo articolo, i 30,99 milioni ad oggi “vincolati” all’assistenza agli immigrati dal 2019 “confluiscono nella quota indistinta del fabbisogno sanitario standard nazionale”. Saranno quindi ripartiti tra le Regioni secondo criteri e modalità “in materia di costi standard”.
 


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/politica/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *