Meloni e Salvini in piazza per protestare contro il governo giallo-rosso


Mentre nell’aula della Camera Conte pronunciava il suo discorso per chiedere il voto di fiducia, fuori in piazza Montecitorio è andata in scena la protesta di Fratelli d’Italia e Lega. Alla manifestazione, organizzata da Giorgia Meloni, hanno partecipato Matteo Salvini e il governatore della Liguria Giovanni Toti, fresco di scissione da Forza Italia.

In piazza c’erano diverse centinaia di persone (30mila secondo l’organizzazione, più altre migliaia che non sono potute entrare nella piazza ed erano bloccate nelle vie laterali) con tanto di bandiere tricolori e striscioni in cui si leggeva: “Ladri di sovranità”, “In nome del popolo sovrano”, “No al patto della poltrona”, “Non in mio nome” oltre a palloncini rossi, bianchi e verdi. E un cartellone – che poi si è rotto – con un riferimento polemico al Pd “D’accordo su Bibbiano?”. Nella vicina piazza Capranica è stato montato anche un maxischermo. A un certo punto la polizia ha bloccato il flusso delle persone, impedendo di fatto a molti di raggiungere il palco sotto la Camera.

Grande sintonia di Meloni sia con Salvini che con Toti. I tre si sono scambiati selfie, abbracci, baci e cenni d’intesa. Bagno di folla per il leader della Lega, che dal palco della manifestazione ha detto: “In piazza c’è un pezzo di Italia che penso sia maggioranza nel Paese che chiede di votare. Oggi è plastica la divisione tra il Palazzo chiuso e l’Italia in piazza. Quando torneremo a votare vincerete voi”. E ha dato appuntamento alla manifestazione del 19 ottobre.

Meloni ha dato il “bentornato” all’amico Salvini. E si è detta “dispiaciuta” per l’assenza di Forza Italia in piazza. Concludendo: “Questo governo andrà in ginocchio in Europa, a fare gli interessi di qualcuno che non sono gli italiani”. Oggi “questo è il posto migliore dove essere, in piazza”, ha aggiunto Giovanni Toti, “questo è un governo tra partiti bocciati dagli italiani”.

 


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


http://www.repubblica.it/rss/politica/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *