Migranti, Calenda risponde a Renzi: “Errore attacco a Minniti e Gentiloni”


“Molte parti condivisibili ma non l’attacco a Paolo Gentiloni e Marco Minniti. A prescindere dal fatto che i provvedimenti sono tutti stati votati dal Pd cui eri segretario, sai benissimo che l’emergenza c’era e come”. Lo scrive l’eurodeputato dem Carlo Calenda su Twitter commentando la lettera di Matteo Renzi a Repubblica, in cui l’ex premier fa un ‘mea culpa’ sulla situazione migranti e snocciola in dieci punti le riflessioni sul fenomeno.

rep

“Fino a 2016 inoltrato i migranti entravano in Italia e andavano negli altri paesi europei. Dopo la chiusura di Shengen e le identificazioni no. 180 mila migranti non sono qualche persona. Il problema è nato quando Gentiloni era al governo. Ancora ieri sera ti ho difeso su fake news, flessibilità/migranti. Non ricominciamo a farci del male”, aggiunge Calenda.

 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica




http://www.repubblica.it/rss/politica/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *