Muro, Trump liquida i leader democratici: “Hanno detto di no, io ho detto ciao ciao”


WASHINGTON – E’ finito nel giro di pochi minuti l’incontro tra i leader democratici al Congresso e il presidente Donald Trump per tentare un compromesso sullo sblocco dei fondi federali, lo shutdown imposto dalla Casa Bianca alle attività di governo finché non verrà approvato il progetto di Muro al confine con il Messico. “Una totale perdita di tempo”, è il tweet perentorio con cui il presidente americano liquida il breve confronto con la speaker della Camera dei rappresentanti Nancy Pelosi e il capo del gruppo di minoranza al Senato, Chuck Schumer. “Ho chiesto cosa sarebbe successo nel giro di un mese, se io avessi sbloccato le cose rapidamente loro avrebbero approvato un muro o una barriera d’acciaio? Nancy ha detto NO. Io ho detto ‘bye bye’, non c’è più niente altro su cui lavorare”.

I due leader democratici confermano l’anomalo comportamento istituzionale del presidente. “Ha preso e se n’è andato – ha detto Schumer ai reporter – Ha chiesto alla presidente Pelosi: ‘Accetterai il mio Muro?’. Lei ha detto di no, e lui si è alzato, ha detto: non abbiamo niente da discutere, e se n’è andato. Ancora una volta, abbiamo assistito a una crisi di nervi, perché non ha avuto quello che voleva”.

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica




http://www.repubblica.it/rss/esteri/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *