Nfl: Browner condannato a 8 anni, vinse 2 Super Bowl


POMONA – Il tribunale penale di Pomona, in California, ha reso noto di aver condannato a 8 anni di carcere Brandon Browner, ex stella della lega del football americano (Nfl) che qualcuno negli States già chiama ‘OJ Simpson del nuovo millennio’. 34enne cornerback con 11 anni di carriera tra New England Patriots, Seattle Seahawks, Denver Broncos e New Orleans Saints, vincitore del Super Bowl nel 2014 con Seattle  e nel 2015 con i Patriots e inattivo dal 2016, Browner era accusato di tentato omicidio della ex fidanzata.

I fatti risalgono all’8 luglio scorso, quando il colosso di colore era riuscito ad entrare in casa della donna, nella località californiana di La Verne, e aveva tentato di soffocarla davanti ai figli della donna. Nel parapiglia che ne era scaturito, era riuscito, secondo l’accusa, anche a rubare un orologio Rolex del valore di ventimila dollari.
 Davanti al giudice l’ex campione ha chiesto e ottenuto un accordo, e ora sconterà la pena in carcere, senza condizionale.
 


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *