“Perseguitata” da Vodafone per super costi di recesso, che posso fare? – Repubblica.it


Intanto, la lettrice si tranquillizzi. L’unica cosa che un operatore può fare, per riscuotere i soldi forzosamente, è ottenere un decreto ingiuntivo da un giudice, ma non è cosa che farebbero alla leggera. Soprattutto per vicende poco chiare come questa, in cui le regole nel frattempo sono cambiate. Sappiamo infatti che adesso è riconosciuto il diritto a continuare a pagare le rate dello smartphone mensilmente dopo la disdetta, invece che in un’unica rata; è che non possono più chiedere il rimborso di tutti gli sconti concessi agli utenti come facevano prima.

Tutto questo in virtù di nuove regole Agcom che si applicano a chi ha fatto disdetta da gennaio 2019 in poi. È probabilmente questo anche il caso della lettrice. Il grosso costo di disdetta è relativo, immagino, alla super rata dello smartphone. La lettrice può solo mandare una raccomandata o pec all’operatore facendo notare che le regole sono cambiate e quindi intende continuare a pagare mensilmente per lo smartphone. In ogni caso, sono certo che l’associazione dei consumatori saprà ben tutelarla, ormai.
Abbiamo inoltrato a Vodafone il caso della lettrice per un chiarimento, due settimane fa, e siamo in attesa di una replica dall’operatore.
 
 

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *