Pil, Gentiloni: “Servirebbe un governo invece abbiamo Rousseau e il totorimpasto”. Zingaretti sullo spread: “Salvini brucia miliardi”


I nuovi dati Istat sul Pil – in calo su base annua – arrivano mentre comincia il discorso del governatore di Bankitalia. E le reazioni della politica non tardano ad arrivare. Il normalmente pacato Paolo Gentiloni affonda i colpi. E twitta per primo: “Previsioni peggiorate rispetto a fine aprile. Mai così male dal 2013. Servirebbe un Governo capace di agire in Italia e in Europa. Abbiamo invece Rousseau e il totorimpasto”.

E dal Pd arriva arriva anche il tweet di Alessia Morani: “Non solo schiaffi da Bruxelles: il governo del cambiamento le prende pure dall’Istat. Un successone del Capitano e di quel caso umano che è Di Maio”.

Ma intanto anche Nicola Zingaretti attacca il governo sull’economia e lo fa in particolare per il nuovo rialzo dello spread. “Salvini sta giocando con il fuoco mettendo a rischio i soldi degli italiani. Lo spread a 293 conferma che il problema non è l’Europa ma i pasticci, la confusione e la mancanza di credibilità del governo italiano.  Stanno bruciando miliardi di euro per pagare interessi, non per investimenti e servizi”.

E da Forza Italia interviene Maria Stella Gelmini, presidente dei deputati: “Le politiche economiche di questo governo hanno provocato il disastro e non c’è altra via d’uscita che un radicale cambio di rotta ed un nuovo esecutivo. Il primo anno di governo è già stato sufficientemente dannoso; il secondo sarebbe letale”. 
 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica




http://www.repubblica.it/rss/politica/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *