Presidenza Consob, Di Maio scopre la carta: “Candidato è Minenna” – Repubblica.it


MILANO – “E’ Marcello Minenna il nome del M5S e della Lega alla presidenza Consob”. A sciogliere pubblicamente la riserva, parlando con l’Adnkronos, è il vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio, confermando che l’accordo con l’alleato di governo sulla presidenza dell’autorità per il controllo delle attività delle società e della Borsa è cosa fatta.

“Bisogna muoversi. Non mi fa star tranquillo che in Consob e Bankitalia ci siano ancora i componenti che hanno assistito a tutto questo – aggiunge poi riguardo al caso Carige – e che dubito abbiano vigilato come dovevano”. La questione della presidenza dell’Autorità dei mercati sarà sul tavolo del Cdm di domani, è emerso da fonti di governo che non hanno confermato né smentito alla Radiocor il nome di Minenna.

A chiedere l’accelerazione sulla nomina, che avviene per decreto del presidente della Repubblica su proposta del presidente del Consiglio (la scheda), era stato in mattinata il senatore M5S Elio Lannutti: “Il governo Conte deve fare due cose: nominare alla Consob Marcello Minenna e fare la Commissione d’inchiesta sulle banche. Chi ha sbagliato deve cominciare a pagare e ad andare in galera”.

Il nome di Minenna era già circolato ampiamente nelle scorse settimane, affiancato a quelli di Alberto Dell’Acqua e Donato Masciandaro, in linea teorica preferiti dalla Lega e con il non trascurabile sostegno da bordo campo dell’industria finanziaria. Il dossier su Minenna pareva già chiuso giorni fa, anche per l’ipotizzata divisione delle authority tra le due forze di governo, che avrebbe lasciato alla Lega la presidenza Antitrust. Minenna, capo dell’ufficio analisi quantitative della Commissione e docente di finanza quantitativa alla Bocconi e a Londra, era stato con Raggi al Campidoglio uscendo poi dalla giunta.

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario CalabresiSostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *