Rigopiano, dieci milioni per i familiari delle 29 vittime della tragedia dell’hotel


ROMA. Dieci milioni per i familiari delle vittime dell’hotel Rigopiano. Lo annuncia il ministro dell’Interno Matteo Salvini parlando di un intervento ad hoc messo a punto dal Viminale. “Come promesso abbiamo fatto in una settimana quello che altri non hanno fatto in due anni – afferma il ministro – un intervento di legge a favore dei familiari delle 29 vittime della tragedia di Rigopiano e, soprattutto, 10 milioni stanziati dal ministero dell’Interno per aiutare chi ha perso tutto in quelle drammatiche ore”. “Dalle parole ai fatti” conclude Salvini.

In una nota i senatori abruzzesi del M5s Gianluca Castaldi, Gabriella Di Girolamo e Primo Di Nicola spiegano: “Un gesto concreto, l’ennesimo – affermano i tre parlamentari – nei confronti dei cittadini dell’Abruzzo e non solo, rimasti coinvolti loro malgrado in una vicenda che ha mostrato al Paese tutte le mancanze e le responsabilità politiche di un’amministrazione regionale sulla quale, per fortuna, sono calati i titoli di coda”.

“Nel decreto Semplificazioni saranno dieci i milioni di euro che il Movimento 5 Stelle stanzia per le famiglie delle vittime e per i sopravvissuti che hanno subito lesioni nella tragedia che due anni fa sconvolse la regione Abruzzo e l’Italia intera. Una somma ancor più cospicua, sulla quale si è trovato l’accordo grazie al forcing messo in atto dal M5s che anche questa volta ha scelto di stare dalla parte di quei cittadini che dall’amministrazione regionale abruzzese e dai precedenti governi hanno ricevuto tantissime chiacchiere e zero fatti. A due anni dalla tragedia, questo gesto concreto ci sembra il miglior modo per dare dignità alle vittime. Siamo al fianco di chi ha avuto la vita segnata da questa vicenda assurda, senza proclami ma cercando di fare il possibile per dar loro i sostegni che meritano”, così continuano i 5 Stelle.

rep

 


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *