Roberto Gualtieri, ministro dell’Economia del governo Conte bis


Cinquantatrè anni, romano, professore di Storia contemporanea alla Sapienza, europarlamentare del Pd dal 2009 nonché presidente della commissione Problemi economici e monetari dell’Europarlamento. Questo in sintesi il ritratto del nuovo ministro all’Economia Roberto Gualtieri, un politico che prende il posto del tecnico Giovanni Tria. A lui spetterà districarsi nella difficile partita della manovra economica in autunno.

>> LA LISTA COMPLETA – I 21 ministri del nuovo governo

Dopo una militanza giovanile nel Partito comunista (prese la tessera della Fgci nel 1985 firmata dall’allora segretario – e suo coetaneo – Nicola Zingaretti), Gualtieri compie la sua gavetta nella segreteria romana dei Democratici di sinistra, tra il 2001 e il 2006. Nel 2007 viene eletto all’Assemblea nazionale del Partito Democratico in quota D’Alema. Nel 2009 sbarca a Strasburgo, diventando uno degli eurodeputati più influenti e apprezzati, al punto che il sito Politico.eu lo ha inserito nella classifica dei tre europarlamentari più ascoltati della scorsa legislatura. Europeista convinto, ma anche fautore della riforma del patto di stabilità, è stato consigliere economico di Renzi e Gentiloni.
(mo.rub.)

rep


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


http://www.repubblica.it/rss/politica/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *