Saldi estivi al via, ma il meteo ha inciso sugli affari – Repubblica.it



 
ABRUZZO
(L.R. n. 11/2008, art. 1, comma 81, s.m.i. – Determinaz. GR n. 226/2018)  
Due periodi all’anno, determinati con atto della Giunta Regionale.
 
Dal 6 luglio 2019  
Ciascun periodo ha durata massima di sessanta giorni.  
BASILICATA
(L.R. n. 19/99, art. 22, s.m.i.)  
 
2 luglio – 2 settembre 2019 Durata 60 giorni.  
CALABRIA
(L.R. n. 17/99, art. 17, s.m.i. – DGR n. 575/2018)  
Periodi e durata determinati con atto della Giunta Regionale.
 
6 luglio – 1° settembre 2019  
   
CAMPANIA
(L.R. n. 1/2014, art. 25, comma 17, s.m.i. – D. Dir. GR n. 349/2018)  
6 luglio – 3 settembre 2019 Durata 60 giorni.
   
EMILIA ROMAGNA
(L.R. n. 14/1999, art. 15, s.m.i. – Delib. G.R. n. 725 del 30 maggio 2011 e n. 1804 del 9 novembre 2016)  
Periodi determinati con atto della Giunta Regionale. In via d’eccezione, il periodo è libero tutto l’anno nelle sole zone coinvolte da eventi sismici (Ord. Commiss. Delegato n. 3/12)
Dal 6 luglio 2019
  Durata 60 giorni.  
LAZIO
(L.R. n. 33/99, art. 48, s.m.i.)

Dal 6 luglio 2019
 

 
Durata massima di sei settimane  
LIGURIA
(L.R. n. 1/2007, art. 111, s.m.i. – Delib. G.R. n. 828 del 13 settembre 2016)  
 
Dal 6 luglio al 19 agosto 2019
 
   
Durata massima di quarantacinque giorni.  
LOMBARDIA
(L.R. n. 6/2010, art. 115, s.m.i. – DGR n. 2667/2011).
   
Due periodi all’anno, determinati dalla Giunta regionale.
Dal 6 luglio 2019
   
 
Durata massima di sessanta giorni.  
MARCHE
(L.R. n. 27/2009, art. 31, s.m.i., DGR n. 1561 del 27/11/2018)  
Il periodo e le modalità delle vendite di fine stagione sono stabiliti dalla Giunta Regionale entro il 30 novembre per le vendite invernali ed entro il 30 maggio per quelle estive.
 
 
6 luglio – 1° settembre 2019    
MOLISE
(L.R. n. 33/99, art. 16, mod. LR n. 20/2010 e LR n. 4/2013)  Dal 6 luglio 2019
  Durata 60 giorni.  
PIEMONTE
(L.R. n. 28/99, art. 14, s.m.i.
D.G.R. n. 3 – 8048 del 12 dicembre 2018)  
Due periodi all’anno, determinati dal Comune e compresi fra il 1° gennaio ed il 31 marzo e fra il 1° luglio ed il 30 settembre
Torino:
Dal 6 luglio 2019
 
 
 
 
           
I Comuni fissano annualmente la durata delle vendite di fine stagione fino ad un massimo di otto settimane, anche non continuative. Per la definizione del calendario, i Comuni si raccordano con quelli confinanti.  
PUGLIA
(L. n. 11/03, art. 20, s.m.i. – Regolamento 23/12/04, n 12 – D.G.R. n. 2492 del 15 novembre 2011)  
 
 
6 luglio – 15 settembre 2019    
TOSCANA
(L.R. n. 28/2005 art. 95, s.m.i. – D.G.R. n. 1119 del 15 novembre 2016)  
Dal 6 luglio 2019 Durata massima sessanta giorni.

 
UMBRIA
(L.R. n. 24/1999 art. 30, s.m.i. – D.G.R. n. 956/2016 )

 
Periodo stabilito con provvedimento della GR avente validità biennale.
 
Dal 6 luglio 2019  
Durata massima di sessanta giorni.
 
 
   
VENETO
(L.R. n. 15/2004, art. 34, s.m.i. – DGR n. 1105 del 28/6/2013)  
6 luglio – 31 agosto 2019    
FRIULI VENEZIA GIULIA
(L.R. n. 29/2005, art. 34, s.m.i.).
   
6 luglio – 30 settembre 2019
   
   
SARDEGNA
(L.R.  n. 5/2006, art. 7, s.m.i. – D.Ass. n. 8 del 15 giugno 2011)  
I termini iniziali e finali sono fissati con decreto dell’Assessore regionale competente, sentite le associazioni dei commercianti, dei consumatori e dei comuni.
 
 
Dal 6 luglio 2019 Durata 60 giorni.  
SICILIA
(L.R. n. 9/96, art. 8, s.m.i. –  D.Ass. n. 2353 dell’11 dicembre 2018).  
Le date di svolgimento dei saldi invernali e dei saldi estivi sono stabilite con decreto dell’Assessore regionale competente entro il 30 giugno per il biennio successivo.
 
 
1° luglio – 15 settembre 2019  
 
 
 
 
                     
VALLE D’AOSTA
(L.R. n. 12/99, art. 16, s.m.i.) Dal 6 luglio 2019
 
  Durata massima sessanta giorni consecutivi.  
Prov. di TRENTO
(L.P. n. 17 del 30 luglio 2010, art. 28, s.m.i.)  
Le vendite di fine stagione possono essere effettuate durante tutto l’anno, previa comunicazione alla Camera di commercio.
  Durata massima sessanta giorni.  
Prov. di BOLZANO
(L.P. n. 7/2000, art. 10, s.m.i.)  
Due periodi all’anno, determinati, per settori merceologici e per zone, dalla Camera di commercio.
 
1) Distretto di Bolzano:
a) Bolzano, Andriano, Terlano, Nalles, Meltina, Laives, Vadena, Bronzolo, Ora, Egna, Montagna, Termeno, Magrè, Cortaccia, Cornedo, Nova Ponente, Nova Levante, Cortina, Salorno, Aldino, Trodena, Anterivo, S. Genesio, Sarentino, Appiano, Caldaro, Fiè:
5 luglio – 17 agosto 2019
 
b) Renon, Tires, Castelrotto, Ortisei, S. Cristina, Selva Gardena:
16 agosto – 21 settembre 2019
 
2) Distretto di Merano e Burgraviato:
Merano, Moso in Passiria, San Leonardo in Passiria, S. Martino in Passiria, Rifiano, Tirolo, Scena, Lagundo, Caines, Parcines, Avelengo, Marlengo, Verano, Plaus, Cermes, Lana, Postal, Gargazzone, San Pancrazio, Ultimo, Proves, Lauregno, Tesimo, Senale/S. Felice, Naturno:
 
5 luglio – 17 agosto 2019
 
3) Distretto Valle Isarco:
Bressanone, Rio Pusteria, Fortezza, Varna, Rodengo, Naz – Sciaves, Luson, Velturno, Chiusa, Funes, Barbiano, Laion, Ponte Gardena, Vipiteno, Brennero, Racines, Campo di Trens, Val di Vizze, Villandro, Vandoies:
 
5 luglio – 17 agosto 2019
 
4) Distretto Val Pusteria:
a) Brunico, Perca, Valdaora, Rasun Anterselva, Monguelfo, Valle di Casies, Braies, Villabassa, Dobbiaco, San Candido, San Lorenzo di Sebato, Falzes, Chienes, Terento, Gais, Selva dei Molini, Valle Aurina, Predoi, Campo Tures, Sesto:
 
5 luglio – 17 agosto 2019
 
b) Marebbe, San Martino in Badia, La Valle, Badia, Corvara:
 
16 agosto – 21 settembre 2019
 
5) Distretto Val Venosta:
a) Curon, Glorenza, Sluderno, Malles, Lasa, Castelbello-Ciardes, Silandro, Laces, Martello, Tubre, Prato allo Stelvio, Certosa, Monte S. Caterina, Madonna:
 
5 luglio – 17 agosto 2019
 
b) Resia, Stelvio, Maso Corto e S. Valentino alla Muta:
 
16 agosto – 21 settembre 2019  


http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml

Babà Napoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *