Salvini dopo Pontida non si scusa: “Giornalista aggredito? Repubblica mi insulta ogni giorno”


Matteo Salvini non si scusa dopo l’aggressione, ieri a Pontida, subita dal giornalista di Repubblica Antonio Nasso. E a Mattino 5 afferma: “Non bisogna mai essere acidi. Anche perché la vita è così breve e bella per prendersela con qualcuno… Repubblica è un giornale che quotidianamente mi insulta, mi minaccia, mi diffama. Io però agli avversari rispondo con un sorriso, con dolcezza e poi con il voto degli italiani, che alla fine sono molto più intelligenti di quanto un giornalista spocchioso e arrogante di sinistra li faccia”.

L’ex ministro dell’Interno ripropone poi i soliti temi che va argomentando da settimane contro l’esecutivo Conte bis. Comincia dal governo abusivo e poltronaro: “Cercheremo di fare in modo che questo governo abusivo e irrispettoso duri il meno possibile. Gli italiani prima o poi voteranno. Pd e M5S si sono messi insieme per non andare a votare e per far fuori Salvini ma non possono scappare all’infinito. E io dico: godetevi la poltrona perchè quando gli italiani voteranno e vi manderanno a casa”. Prosegue sul patto civico in Umbria:  “Quella in Umbria tra Pd e M5s è l'”alleanza della disperazione”. Ma “gli umbri non sono scemi, li mandano a casa”. Conclude con un richiamo all’Europa: “Gentiloni è un esponente del Pd, il partito che ha perso tutte le elezioni degli ultimi anni. E gli italiani che hanno votato la Lega per cambiare l’Europa si ritrovano” Commissario Ue “il vecchio premier del Partito democratico…”.

 


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


http://www.repubblica.it/rss/politica/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *