Smartphone: nel mercato europeo giù Huawei, vola Samsung


Il mercato europeo degli smartphone ha chiuso il secondo trimestre a quota 45,1 milioni di unità, praticamente invariato rispetto ai 45,2 (rpt: 45,2) milioni di un anno fa. Al suo interno, tuttavia, è cambiata la quota delle varie aziende. Huawei ha pagato lo scotto del bando americano, e la conseguente incertezza dei consumatori sul funzionamento futuro dei telefoni. Ad approfittarne è stata Samsung, mentre anche Apple ha perso terreno. La fotografia è scattata dagli analisti di Canalys.

Da aprile a giugno Samsung ha messo a segno una crescita del 20%, raggiungendo i 18,3 milioni di smartphone consegnati (di cui 12 milioni della serie “A”) e una quota di mercato del 40,6%, la più alta degli ultimi cinque anni. Huawei ha mantenuto la seconda posizione nel Vecchio Continente, ma le sue consegne sono diminuite del 16% passando da 10,1 a 8,5 milioni di unità.

LEGGI  Huawei svela il suo sistema operativo: HarmonyOS

Giù anche Apple, terza con 6,4 milioni di iPhone commercializzati e un calo del 17%. Fuori dal podio si consolida Xiaomi, forte di un incremento del 44% a 4,3 milioni di unità. Quinta è Hmd Global, l’azienda dei telefoni a marchio Nokia, che cede il 18% a 1,2 milioni di pezzi.

Gli analisti offrono anche la classifica degli smartphone più venduti in Europa. A trionfare è Samsung con il Galaxy A50 (3,2 milioni di unità) e il Galaxy A40 (2,2 milioni). Terzo è il Redmi Note 7 di Xiaomi (2 milioni). Seguono il Galaxy A20e (1,9 milioni) e l’iPhone XR (1,8 milioni).


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA




http://www.repubblica.it/rss/tecnologia/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *