Tennis, Seppi batte anche Schwartzman: è in finale a Sydney


ROMA – prosegue il momento magico di Andreas Seppi.Il tennista altoatesino ha raggiunto la finale del ‘”Sydney International”, torneo Atp 250 dotato di un montepremi di 527.880 dollari in corso sui campi in cemento di Sydney, in Australia, uno dei due appuntamenti che precedono il primo Slam del 2019. In semifinale Seppi, numero 37 Atp ed ottava testa di serie, protagonista nei quarti dell’eliminazione del primo favorito del torneo Stefanos Tsitsipas, si è imposto per 7-6(3) 6-4, in poco meno di un’ora e tre quarti di gioco, sull’argentino Diego Schwartzman, numero 19 Atp e terzo favorito del seeding. Per l’altoatesino è la nona finale in carriera – tre i trofei vinti, l’ultimo a Mosca nel 2012 – la prima sul cemento all’aperto e la prima ad oltre tre anni e mezzo da Halle 2015.

AUSTRALIAN OPEN, TRAVAGLIA E VANNI QUALIFICATI – Stefano Travaglia e Luca Vanni intanto si qualificano al tabellone principale degli Australian Open. Non riescono invece ad accedere al main draw Lorenzo Sonego e Paolo Lorenzi. Il primo a staccare il pass per il tabellone principale è Vanni, l’azzurro numero 164 Atp supera con un doppio 6-2 il giapponese Hiroki Morya in un’ora e 8 minuti di gioco. Bene anche Travaglia, il 27enne di Ascoli Piceno si impone 6-4 6-2 sul belga Kimmer Coppejans. Fuori al turno decisivo Lorenzo Sonego battuto 7-6, 0-6, 7-6 dal giapponese Tatsuma Ito. Ko anche Paolo Lorenzi costretto a cedere con un doppio 6-3 al britannico Daniel Evans.

AUCKLAND, FINALE SANDGREN-NORRIE – L’americano Tennys Sandgren e il britannico Cameron Norrie sono i finalisti dell'”ASB Classic”, torneo ATP 250 dotato di un montepremi di 527.880 in corso sul cemento di Auckland, in Nuova Zelanda. In semifinale, i due hanno battuto, rispettivamente, i tedeschi Philipp Kohlschreiber (6-4 6-2) e Jan-Lennard Struff (7-5 4-6 6-3)

 


La Repubblica si fonda sui lettori come te, che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il sito o si abbonano a Rep:. È con il vostro contributo che ogni giorno facciamo sentire più forte la voce del giornalismo e la voce di Repubblica.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *