Tivoli, a 102 anni operato al femore: l’anziano sta bene


Intervento da record all’ospedale di Tivoli, dove un uomo di 102 anni è stato operato al femore. Giunto lunedì scorso, 15 aprile, al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli gli è stata diagnosticata una frattura al femore destro. L’uomo ultracentenario è stato sottoposto tempestivamente a un intervento chirurgico di osteosintesi. Due giorni dopo era già seduto. L’operazione – eseguita dall’équipe di ortopedia e traumatologia, guidata dal direttore Manlio Caporale, in sinergia con l’equipe di anestesia e rianimazione, guidata da Valeria Lucentini – è stata molto delicata, vista l’età del paziente. L’intervento è durato poco più di mezz’ora, anche se per la preparazione sono servite quasi sei ore. Le condizioni del paziente sono buone.

“Ad oggi sono pochi i casi di pazienti uomini oltre i 100 anni in buone condizioni psico-fisiche. Nel caso specifico, un uomo di 102 anni che supera con successo un intervento per frattura è un evento rilevante”, spiegano i sanitari del’ospedale.

“Siamo contenti per lui e per la sua famiglia – ha commentato il professor Caporale – Dovevamo agire con tempestività e le condizioni di salute generale del paziente, nonostante la sua età, l’hanno consentito. L’intervento e l’esperienza fatta hanno ripagato tutti noi. Fondamentale è stata la sinergia con il pronto soccorso e la rianimazione”.

“Abbiamo lavorato in piena sintonia – ha spiegato Lucentini -. Stiamo costruendo un percorso virtuoso di collaborazione tra pronto soccorso, sale operatorie e post operatorio affinché le persone siano seguite in ogni momento dal loro arrivo fino alla dimissione, garantendo allo stesso modo ai medici, infermieri e operatori di seguire costantemente il percorso di cura”.
 


http://www.repubblica.it/rss/salute/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *