Tour elettorale della Lega a Genova con esponenti di estrema destra


Tour elettorale tra mercati e centro cittadino per il candidato della Lega al Parlamento europeo Marco Campomenosi, accompagnato da diversi esponenti del Carroccio, con in coda il responsabile dell’associazione di estrema destra Lealtà Azione di Genova, Giacomo Traverso. “Cosa ci faccio? Una passeggiata in una bella giornata di sole” si è limitato a dire. Il candidato Campomenosi, alla domanda sulla presenza di Lealtà Azione nel tour ha commentato: “In questa campagna elettorale sto girando i territori e incontrando persone di qualsiasi sensibilità politica”.

“Nessuna preclusione: se questa mattina me lo avessero chiesto – ha aggiunto – avrei incontrato anche associazioni di tutt’altro colore politico o di idee diverse dalle mie, per ascoltare le loro istanze, e chiunque mostri interesse verso il programma di buonsenso di Matteo Salvini per cambiare questa Europa è il benvenuto. Da nipote di partigiano e militante Lega, mi ritengo salvinianamente post-ideologico e aperto al dialogo, senza pregiudizi”.

Accanto a Traverso anche Giacomo Pedrazzoli, esponente di spicco di Lealtà Azione Milano. Il rapporto tra la Lega e il movimento di estrema destra è forte soprattutto in Lombardia dove, a suo dire, avrebbe appoggiato alcuni candidati leghisti vicini alle posizioni del movimento in varie elezioni.

In passato a Genova esponenti del Carroccio avevano intrattenuto rapporti con Lealtà Azione: l’assessore alla Sicurezza Stefano Garassino, prima di ricoprire il ruolo istituzionale, quando era segretario provinciale della Lega Nord, aveva partecipato a convegni con Traverso.

“Perché i candidati della Lega in campagna elettorale si fanno accompagnare da antisemiti e da violenti pregiudicati di estrema destra? Cosa è diventata la Lega anche nella nostra città?”. Se lo chiede il consigliere ed ex segretario provinciale del Pd Alessandro Terrile in un post sul suo profilo facebook alla notizia che questa mattina esponenti di spicco del movimento di estrema destra Lealtà Azione hanno accompagnato il tour elettorale dei candidati leghisti Marco Campomenosi e Silvia Nardone. “Faccio appello alla Lega, che a Genova come a Roma è partito di governo, perché prenda immediatamente le distanze dall’antisemitismo e dalla violenza di Lealtà e Azione” aggiunge Terrile ricordando come il responsabile di Lealtà Azione Genova Giacomo Traverso era stato indagato (poi archiviato) per alcune frasi antisemite scritte sul suo profilo Facebook, mentre Giacomo Pedrazzoli, numero due del movimento neofascista, ha riportato diverse condanne per aggressioni e violenze a sfondo politico. (Ansa)

 


http://www.repubblica.it/rss/politica/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *