Trento, tweet razzisti e sessisti: sotto accusa il capo di gabinetto di un assessore leghista


Da giorni è accusato di essere un hater su Twitter. Di aver lanciato insulti razzisti e sessisti. Colpendo, tra i tanti bersagli, anche Mara Carfagna e Cécile Kyenge. Ivan Cristoforetti, Capo di gabinetto dell’assessore provinciale, hater sui social
capo di gabinetto dell’assessorato allo sviluppo economico della provincia di Trento, e braccio destro dell’assessore leghista Achille Spinelli, è finito nella bufera. Capo di gabinetto dell’assessore provinciale, hater sui social
Attraverso l’account ννη Χριστòς, collegato alla mail di Cristoforetti, venivano insultati musulmani, donne in sovrappeso, giornalisti, persone di colore, gay, esponenti del Pd, sindacati.

“Ai sindacati non va bene nulla di quello che fa questo governo e che va nella direzione di rispettare i diritti degli italiani. Andrebbero eliminati per legge”, si leggeva in un tweet. In un altro, su Mara Carfagna: “Sono bloccato dalla Mara Carfagna e manco lo sapevo. Peccato. L’ho sempre considerata gnocca. Non intelligente o capace. Ma gnocca sì”. E sulla sconfitta del centrosinistra alle elezioni provinciali: “Questi ne hanno fatte di ogni. Era tutto un ‘negro’ è bello, accoglienza e minchiate”. 

L’account è stato chiuso, Cristoforetti per ora non parla, lo fa la giunta provinciale per dire “che sono in corso verifiche. I fatti evidenziati dalla stampa non erano noti e l’assessorato sta acquisendo informazioni prima di assumere una decisione in merito”.

“Mi auguro – dice Kyenge – che le offese postate dal profilo fake del capo di gabinetto dell’assessore provinciale allo Sviluppo economico della Provincia autonoma Trento, Ivan Cristoforetti, non rispondano realmente a una sua gestione diretta perché in questo caso sarebbe un inaccettabile esercizio d’intolleranza”.

Ma ora il Pd chiede le dimissioni: “Anche noi, come il consigliere di maggioranza Claudio Cia, siamo certi che chi sparge questa immondizia non sia degno di ricoprire funzioni istituzionali di nomina politica. Per noi esiste dunque una sola decisione possibile: quella di sollevare il signor Cristoforetti dal suo incarico”, scrive il presidente del gruppo consiliare del Partito democratico del Trentino, Giorgio Tonini,

Nei mesi scorsi un’analoga polemica era sorta per un altro capo di gabinetto della giunta provinciale, Marika Poletti, costretta alle dimissioni per un tatuaggio con una svastica e un video che la ritraeva mentre cantava un inno nazista.

Potrebbe interessarti: https://www.trentotoday.it/politica/ivan-cristoforetti–twitter.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/TrentoToday/256939947687056

Potrebbe interessarti: https://www.trentotoday.it/politica/ivan-cristoforetti–twitter.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/TrentoToday/256939947687056

 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/politica/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *