Tweet di Salvini sul blitz di Torino, Csm assolve il ministro per la polemica con il procuratore


Il Csm ‘assolve’ Matteo Salvini per il botta e risposta con il procuratore di Torino Armando Spataro (da fine anno in pensione), seguito al tweet del ministro dell’Interno su un’operazione della polizia a Torino ancora in corso, coordinata dalla procura. “Non risulta leso l’indipendente esercizio” della funzione giudiziaria, ha stabilito la Prima Commissione, con un provvedimento divenuto definitivo perché sono trascorsi i termini in cui poteva essere impugnato e proposto al vaglio del plenum.

Nella delibera, di cui è stato relatore il presidente della Prima Commissione Alessio Lanzi (laico di Forza Italia), si sottolinea anche come “l’ampio spazio che ha avuto il dibattito sui fatti” in questione, “sia in seno al Consiglio che al di fuori dello stesso”, abbia “già soddisfatto l’esigenza sottesa all’apertura della pratica a tutela, poichè il dibattito stesso e l’attenzione con esso posta alla necessità che il confronto istituzionale proceda sempre con toni misurati e nel rispetto dell’interlocutore risulta, di per sè, aver raggiunto l’effetto cui l’apertura della pratica mirava”.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/politica/rss2.0.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *